SEREI D

Virtus Lanciano. Di Cecco non ha paura di nessuno: «a Latina con la mentalità giusta»

Domenica a Latina i frentani cercano il decimo risultato utile consecutivo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1284

LANCIANO. Con gli occhi rivolti a Latina ma con il cuore ancora dolorante per la scomparsa di Lorenzo Costantini, la Virtus Lanciano prosegue la preparazione in vista del match di domenica.
Seduta pomeridiana al campo Memmo con classica partitella finale. Indisponibile Monachello (che sarà a disposizione di D'Aversa oggi dopo l'impegno con la Nazionale Under 20 azzurra, ndr).
Dopo il ko per certi verti clamoroso di diverse settimane fa col Frosinone (1-5 al Biondi, ndr), i rossoneri hanno inanellato una serie invidiabile di 9 risultati utili consecutivi, dimostrando di potersela giocare ad armi pari con tutte, da corazzate come il Livorno (battuto sabato, ndr) a formazioni più alla portata come Cittadella e Vicenza (anch'esse regolate, ndr). Anima di questo Lanciano che coniuga abilmente anima operaia e fantasia è sicuramente Domenico Di Cecco: quando il Lanciano scende in campo col suo solito spirito e col piglio giusto possiamo mettere in difficoltà chiunque lo abbiamo dimostrato più volte anche al cospetto di chi sulla carta era ed è più forte di noi».
Di Cecco è un vero e proprio jolly a disposizione di D'Aversa, che può impiegarlo sulla linea dei terzini, come mezz'ala di centrocampo o addirittura come esterno d'attacco (dove ha giocato spesso l'anno scorso con Baroni, ndr): «in base alle esigenze della squadra io posso adattarmi ovunque, ma è chiaro che quello che sto ricoprendo ora (centrocampista, ndr) è il mio ruolo naturale dove so che posso dare il mio meglio».
Domenica i frentani faranno visita al Latina, pienamente coinvolto nella lotta per non retrocedere: «andiamo a Latina per vincere ma non dobbiamo guardare la classifica. Non dobbiamo commettere l'errore di sottovalutare una squadra che sta andando male ma che a leggere i giocatori fa paura. Hanno una rosa ben assortita e giocatori di livello assoluto per la Serie B».
«Non dobbiamo abbassare la guardia» – chiude Di Cecco – «c'è entusiasmo nell'ambiente ma dobbiamo andare a Latina giocando come per salvarsi lottando su ogni singolo pallone, senza lasciarci troppo prendere dall'euforia».
Nel frattempo buone notizie giungono dall'infermeria. Alberto Cerri, infortunatosi al ginocchio nel match del 28 ottobre scorso, potrà tornare ad allenarsi tra 30 giorni in maniera differenziata e tra 45 giorni col gruppo. La conferma è arrivata dallo staff sanitario del Parma, società proprietaria del cartellino dell'attaccante italiano classe 1996 che in appena 9 gare di campionato (al primo anno da professionista, ndr) ha realizzato 4 reti.
Oggi doppia seduta di allenamento mentre domani singola al mattino prima della partenza in pullman per il ritiro pre-gara nel Lazio.
Latina-Virtus Lanciano è stata affidata a Renzo Candussio della sezione di Cervignano del Friuli. Ad assisterlo ci saranno Giorgio Peretti e Gaetano Intagliata.
Andrea Sacchini