SERIE B

Virtus Lanciano. Il giramondo Monachello avverte il Livorno: «li metteremo in difficoltà»

L'ex Monaco cerca il gol senza ansie: «prima di tutto viene la prestazione della squadra»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1281

LANCIANO. L'indomani della brutte notizie ricevute dall'infermeria sull'infortunio di Cerri (per lui probabilmente campionato già finito ed operazione al ginocchio da effettuare in settimana, ndr), proseguono gli allenamenti della Virtus Lanciano in vista del big match di sabato al Biondi contro il Livorno. Nella doppia seduta di ieri tutti a disposizione di mister D'Aversa, che in difesa ed a centrocampo avrà soltanto l'imbarazzo della scelta grazie ai rientri di Conti e soprattutto Vastola. Contro i labronici però non ci sarà in attacco Thiam, che deve scontare l'ultimo turno di squalifica, che verrà rimpiazzato per la seconda gara di fila dal baby giramondo Gaetano Monachello: «non giudico le mie ultime prestazioni, mi è mancato il gol ma penso di aver fatto il possibile con grande impegno. La mia posizione in campo? Non è importante, basta essere utili alla squadra e convincere il mister».

«Non ho l'ansia da gol però è chiaro che per un attaccante è importante» – prosegue Monachello, che nonostante la giovanissima età ha maturato esperienze in Francia, Grecia, Belgio, Ucraina e Cipro – «però la priorità va sempre data alla squadra. Prima viene il Lanciano poi vengono Monachello ed i singoli».
I rossoneri sono reduci dal buon punto conquistato a Chiavari con la Virtus Entella: «lì è stata molto dura ma lo sapevamo. Il campo ci ha un po' penalizzato perché non eravamo abituati alle dimensioni ridotte ed al fondo sintetico. Siamo però soddisfatti perché il punto conquistato in situazione di difficoltà ci avvicina alla salvezza, che non dobbiamo dimenticare è l'obiettivo di questa stagione».
Sabato c'è il Livorno: «mi aspetto una bellissima partita. Hanno costruito un organico per tornare subito in A. Sono molto tecnici e veloci ma non siamo da meno. Noi faremo di tutto per esserci sempre e per non sfigurare di fronte a nessuno».
«Il Lanciano non è spaventato da nessuno» – chiude l'attaccante della Virtus – «è il nostro spirito quello di non mollare mai e mettere in difficoltà chiunque».

Andrea Sacchini