CALCIO

Lega Pro. Teramo e L'Aquila si leccano le ferite e recriminano per gli arbitraggi

Nel weekend però occasioni buone per ritrovare punti e sorrisi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1089

ABRUZZO. Non è un buon momento per le due abruzzesi di Lega Pro, a secco di vittorie entrambe da 2 giornate consecutive e reduci da 2 pesantissimi poker subiti da Pistoiese e Pisa. Risultati bugiardi o meno Teramo e L'Aquila hanno l'occasione di ripartire subito alla grande nel prossimo turno di campionato che li vedrà opposti rispettivamente al Pro Piacenza in casa ed alla Spal in trasferta.
La speranza è quella che i ko patiti nell'ultimo weekend siano stati solo il frutto di una giornata storta e fortemente condizionata dagli arbitraggi avversi. Il Diavolo infatti, che ha ceduto di schianto nella ripresa 4-1 dopo aver chiuso i primi 45 di gioco in vantaggio, ha pagato a caro prezzo l'incredibile decisione del rosso diretto a Scipioni in avvio di secondo tempo. In inferiorità numerica il Teramo ha subito il ritorno della Pistoiese che ha praticamente colpito in ogni occasione da gol creata.
«È stata una partita aperta poi l'espulsione del nostro giocatore ha cambiato tutto» – ha detto sconsolato il Ds dei biancorossi Di Giuseppe – «abbiamo accettato la decisione dell'arbitro ma è chiaro che l'episodio ha condizionato tutto. Ora guardiamo alle prossime partite cercando di commettere meno errori».
In fatto di arbitraggi non è andata meglio all'Aquila, anzi è andata anche peggio. Il primo gol del Pisa infatti è viziato da un fallo subito da Pacilli mentre agli abruzzesi sono stati ingiustamente annullate le reti del possibile 2-1 (di Sandomenico sul risultato di 1-1, ndr) e del 2-2 (di Perna, ndr). Giustificate le rimostranze a fine gara del responsabile dell'area tecnica Ercole Di Nicola e della società rossoblù, che aveva già subito gravi torti nelle giornate precedenti (il possibile 2-0 di Reggio Emilia annullato la settimana scorsa, ndr).
«Col Pisa era un test importante» – ha raccontato il tecnico dell'Aquila, Nunzio Zavettieri – «al di là degli errori arbitrali non possiamo subire 4 gol in casa in questo modo. Le parole contro il guardalinee di Di Nicola? Non voglio commentare...».
Andrea Sacchini