SERIE B

Delfino Pescara. Baroni ha deciso. È l'ora del tandem Melchiorri-Maniero

Col Carpi diverse novità nell'undici biancazzurro. Squalificato Zuparic

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1372

PESCARA. È iniziata ieri una settimana importante in casa Pescara in vista del match di sabato prossimo all'Adriatico col Carpi. Allo studio diverse soluzioni per conferire equilibrio, dare vivacità alla manovra e soprattutto dare un'identità precisa alla squadra dopo il ko meritato di Vicenza e le vittorie sofferte ma tutt'altro che soddisfacenti ottenute con Virtus Entella e Crotone.
Che vada cambiato qualcosa soprattutto in difesa e centrocampo (non solo per il ko di Vicenza, ndr) è chiaro a tutti ed il tecnico Marco Baroni, nonostante lo scetticismo palesato un paio di settimane fa, pare essersi convinto della bontà del tandem Melchiorri-Maniero. I due (migliori marcatori del Pescara 2014/2015, ndr) rappresentano un valore aggiunto imprescindibile in questo momento di grande difficoltà e potrebbero essere proposti col Carpi nel consueto 4-3-3 (l'ex Padova esterno e Maniero al centro dell'attacco, ndr) o in uno schieramento a 2 punte (4-3-1-2 o 3-5-2, ndr) con uno tra Pasquato e Politano trequartista. 

Sabato ad ogni modo dovrebbero essere diverse le novità anche in difesa e centrocampo. Out Grillo e Zuparic (squalificati dal giudice sportivo, ndr) nel mezzo Cosic verrà affiancato da Salamon. A centrocampo possibile turno di riposo per uno tra Guana ed Appelt Pires, con Nielsen in rampa di lancio. È ancora presto per vedere dal primo minuto Memushaj, reduce da un brutto infortunio proprio con la maglia degli emiliani sul finire della scorsa stagione.
La squadra intanto ha ripreso ieri gli allenamenti al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. Esercitazioni tecnico-tattiche e classica partitella finale. Hanno lavorato a parte Bunoza, Pesoli, Venuti e Lazzari mentre non hanno disputato la partitella per precauzione Salamon e Maniero. Assente Zampano, impegnato con la Nazionale B Italia. Domani doppia seduta di allenamento a porte chiuse.

Andrea Sacchini