CALCIO

Domenica di paura in campo. Crotone- Pescara: portiere sviene dopo scontro

Rivissuto l’incubo Morosini. Apprensione anche per la Jesina ed il Recanati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2700


CROTONE. A Crotone, con la squadra del Pescara ospite, si è rivissuto l’incubo.
Al 17’ del primo tempo di Crotone-Pescara, il portiere Caio Gobbo Secco, 23 anni, è crollato a terra svenuto dopo uno scontro fortuito ma violento con un compagno. Il giocatore è rimasto per un minuto completamente immobile tra le urla di compagni e avversari che hanno temuto il peggio.
Il pensiero di tutti è corso subito a Piermario Morosini, il giocatore del Livorno che perse la vita dopo uno scontro in campo a Pescara il 14 aprile del 2012.
Sono intervenuti immediatamente i sanitari con il defibrillatore che per fortuna non è servito. Caio Gobbo Secco si è ripreso ed è stato portato fuori in barella. Dopo qualche minuto ha lasciato il campo con le proprie gambe.

Poi la Tac a cui si è sottoposto l’atleta nell'ospedale di Crotone ha dato esito negativo. Secco, che dopo aver perso i sensi per qualche minuto è sempre stato cosciente, rimarrà per 24 ore in osservazione, nel reparto di neurologia dell'ospedale di Crotone. Nello scontro con il suo compagno Ferrari, il portiere di origini brasiliane ha riportato una commozione cerebrale con arresto respiratorio durato pochi secondi. Il colpo molto forte sul mento gli creato problemi anche all'arcata dentaria superiore, facendogli perdere qualche dente. I medici delle due squadre, che erano a bordo campo, sono accorsi immediatamente e hanno successivamente constatato la normale funzionalità cardiaca del giocatore.

Ma un infortunio si è verificato, sempre nella giornata di ieri, durante la partita Chieti-Jesina.
Il giocatore della Jesina Gabriele Tittarelli dopo uno scontro di gioco avvenuto al 15' del secondo tempo della gara (serie D, girone F) è stato trasportato in ambulanza all'ospedale clinicizzato "S. Annunziata" dopo aver riportato una ferita sotto il mento. Al giocatore marchigiano i sanitari del nosocomio teatino hanno applicato alcuni punti di sutura. Il ragazzo accompagnato in ospedale anche dal padre che stava seguendo la partita in tribuna, rientrerà in serata nelle Marche assieme alla squadra.
Paura anche a Recanati nella sfida di Serie D tra Recanatese e Campobasso. Un giocatore ospite che era in panchina, Matteo Monti, si è sentito male a causa di un attacco epilettico. Il calciatore è stato prontamente soccorso dal medico della Recanatese Gianfranco Fuselli prima dell'arrivo dell'ambulanza del 118 che lo ha trasportato all'ospedale di Civitanova Alta.