SERIE B

Delfino Pescara. Con l'Entella non si può sbagliare. Baroni: «compatti ed equilibrati»

Out Salomon e Melchiorri. Torna Maniero. Prina: «che errore sottovalutare il Pescara!»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1383

PESCARA. Il Pescara non può più sbagliare e dopo il ko beffa di domenica scorsa col Catania allo stadio Adriatico per il riscatto ecco la Virtus Entella.
L'inizio della stagione, soprattutto la vittoria in Coppa Italia col Chievo Verona e l'ottima prestazione alla prima giornata col Trapani, ha un po' illuso l'ambiente ed ora per l'undici di Baroni non si può più rimandare l'appuntamento con i 3 punti. Dall'altra parte ci sarà la Virtus Entella degli ex (Pelizzoli anche se infortunato e soprattutto Sansovini, ndr), al primo anno di Serie B che fa dell'entusiasmo e dell'organizzazione le armi migliori per tentare una difficile salvezza. Non sarà facile per i biancazzurri, che fiaccati dal morale e dagli infortuni dovranno cercare di essere più forti della sfortuna e dei propri limiti.
Solita emergenza un po' in tutti i reparti con le indisponibilità certe di Salamon, Milicevic, Memushaj, Brugman e Melchiorri (convocato ma in fortissimi dubbio, ndr) e con Politano a mezzo servizio (è tornato ad allenarsi soltanto oggi, ndr), spazio al centro della difesa alla coppia Cosic-Zuparic con Pesoli out dopo le indecisioni con Ternana, Latina e Catania. Sugli esterni di difesa spazio a Pucino e Zampano, favoriti su Grillo. A centrocampo Appelt Pires e Bjarnason punti fermi con il ballottaggio Guana-Nielsen per occupare l'ultimo posto in mediana (favorito l'ex Chievo Verona, ndr). In avanti torna dall'inizio dopo l'infortunio alla caviglia Maniero, che verrà supportato da Caprari e Pasquato con Politano che potrebbe partire dalla panchina. In caso di utilizzo del nuovo 4-2-3-1 provato in settimana cambierebbero i numeri ma non gli uomini impiegati con Pasquato (o Politano, ndr), Bjarnason e Caprari dietro l'unica punta Maniero, con Appelt Pires e Guana a centrocampo.
«Al di là dei moduli e dei numeri conterà tantissimo l'atteggiamento» – ha raccontato nella consueta conferenza stampa pre-gara il tecnico Marco Baroni – «dovremo essere compatti e pronti a ripartire. Torno a ripetere che in questo momento l'equilibrio in una squadra è fondamentale, soprattutto contro una squadra solida come l'Entella».
Proprio la Virtus Entella non fa dormire sonni tranquilli al mister biancazzurro: «puntano tantissimo sulle ripartenze e sono una squadra molto difficile da affrontare. Noi però siamo il Pescara e dobbiamo fare la nostra partita».
Baroni ha convocato i portieri Aresti, Fiorillo ed Aldegani; i difensori Boldor, Cosic, Grillo, Pesoli, Pucino, Zampano e Zuparic; i centrocampisti Appelt Pires, Bjarnason, Guana, Nielsen e Lazzari; gli attaccanti Caprari, Maniero, Melchiorri, Pasquato, Pogba, Politano e Sowe.

VIRTUS ENTELLA. PRINA NON SI FIDA DEL PESCARA E CONFERMA IL 4-4-2
L'imperativo categorico per la Virtus Entella è quello di non ritenere il match di sabato alla portata visto il difficile periodo attraversato dagli uomini di Baroni. Almeno questo è quanto detto al sito ufficiale del club dal tecnico Luca Prina: «la classifica degli abruzzesi non deve trarre in inganno, sono una squadra da vertice. Il nostro modo di preparare la partita non cambia mai, tutte le sfide vanno caricate al massimo. I passi falsi possono capitare, sicuramente gli episodi in questa prima parte di stagione non ci sono stati favorevoli. Il modulo? Il 4-4-2 è lo schema che ci sta dando maggiori soddisfazioni, ci rende più equilibrati».
D'obbligo un pensiero al grande ex della contesa: «per Sansovini non potrà essere una partita come le altre ovviamente. Da grande professionista qual'è si è allenato al massimo, senza distrazioni di sorta. Marco è un calciatore esperto ma vive ancora di emozioni come un giocatore a inizio carriera, è una sua grande qualità. Il fatto di giocare a Pescara, una città che gli ha dato tanto, gli conferirà ancora maggiore carica e voglia di dimostrare tutto il suo valore».
Prina per la trasferta in terra adriatica ha convocato i portieri Paroni e Van Der Want; i difensori Iacoponi, Russo, Cesar, Rinaudo, Belli, Camigliano e Lewandowsky; i centrocampisti Volpe, Di Tacchio, Troiano, Mazzarani, Costa Ferreira, Botta e Battocchio; gli attaccanti Sansovini, Litteri, Lanini e Malele. Fuori dalla lista causa infortunio l'altro ex biancazzurro: Ivan Pelizzoli.
Dirigerà l'incotro Luca Pairetto della sezione di Nichelino. Guardalinee Daniele Ceccarelli e Stefano Di Trento. Fischio d'inizio domani (sabato, ndr) alle ore 15,00 allo stadio Adriatico di Pescara.

Andrea Sacchini