SERIE B

Pescara: crisi o rinascita stasera con il Latina? Baroni: «ora si vedono gli uomini»

Beretta vuole il colpaccio: «Pescara ferito? Anche noi...». Viviani-Sforzini dal 1'

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1276

PESCARA. Col morale a terra dopo il cattivo inizio di stagione e la conta numerosissima degli indisponibili e dei giocatori a mezzo servizio il Pescara si prepara al primo turno infrasettimanale della stagione questa sera allo stadio Adriatico con il Latina.
Più per necessità che per scelta tecnica dunque Marco Baroni dovrebbe confermare lo stesso undici di Cittadella. Unica novità potrebbe essere rappresentata dal recuperato Lazzari per Nielsen. Per il resto out Salamon, Memushaj e Brugman per infortunio, Appelt Pires per scelta tecnica e con Cosic e Caprari a mezzo servizio è difficile immaginare grandi novità di formazione: Fiorillo in porta con la solita difesa a quattro formata da Grillo, Zuparic, Pesoli e Pucino. A centrocampo Guana e Bjarnason titolari certi con ballottaggio Nielsen-Lazzari per l'ultimo posto a centrocampo. In attacco Pasquato e Politano ai lati di Melchiorri.
«Queste sono anche situazioni belle perché proprio nelle difficoltà si vedono gli uomini e chi ha equilibrio» – ha dichiarato alla vigilia il tecnico del Pescara, Marco Baroni – «e dobbiamo dimostrare di essere forti. Non è un problema di condizione fisica. Credo più mentale perché la squadra fin'ora, a parte qualche giocatore non ancora nelle migliori condizioni, non ha mai avuto cedimenti fisici».
Non è da escludere (nonostante le dichiarazioni della vigilia dell'ex tecnico della Virtus Lanciano, ndr) il passaggio ad un più difensivo 3-5-2 con l'obiettivo di blindare la difesa, esposta con Ternana, Bologna e Cittadella ad un lavoro improbo per lo scarso aiuto degli incontristi di centrocampo. Forse non dalla gara con i laziali ma l'idea già da qualche settimana frulla nella testa di Baroni: «questa squadra ha nelle corde diversi moduli, compreso il 3-5-2. Al di là del modulo il nostro atteggiamento di voler far gioco non deve cambiare. Siamo la squadra che ha tirato di più in porta dopo il Perugia. Adesso però abbiamo bisogno di certezze quindi il 4-3-3 per adesso non si cambia».
Baroni ha convocato i portieri Fiorillo, Aresti ed Aldegani; i difensori Pucino, Boldor, Zuparic, Cosic, Grillo, Pesoli e Zampano; i centrocampisti Guana, Lazzari, Nielsen, Bjarnason e Selasi; gli attaccanti Sowe, Melchiorri, Da Silva, Pogba, Pasquato, Politano e Caprari.

BERETTA: «LATINA, RIPRENDITI CIÒ CHE HAI LASCIATO PER STRADA SABATO»
Di fronte ci sarà il Latina dei grandi ex Viviani e Sforzini, forse troppo frettolosamente scartati ed ora colonne portanti dell'undici di Mario Beretta.
«A Pescara dobbiamo giocare per riprenderci quanto abbiamo perso sabato» – ha dichiarato il mister del Latina al sito ufficiale del club nerazzurro – «affronteremo una squadra importante a livello di rosa, che ha avuto problemi di risultati in questo avvio di stagione. Una partita del genere presenta tutte le difficoltà del caso, che sono molte: in questo campionato, comunque, non esistono sfide semplici, non mi stancherò mai di ripeterlo. Con l’Avellino abbiamo giocato una prestazione negativa, i ragazzi ne sono consapevoli e in loro c’è la volontà di dimostrare il proprio valore. Pur giocando non bene, alla fine andando ad analizzare la gara di sabato scorso, se contiamo le palle gol, ne abbiamo create di più delle precedenti partite in cui avevamo conquistato punti. Questo è il paradosso, ma dobbiamo accettarlo guardando avanti».
«Giocare subito da una parte ci permette di avere un’immediata possibilità di riscatto, dall’altra però non ci consente di recuperare fisicamente» – ha concluso Beretta – «Nel complesso mi auguro che il nostro desiderio di rivalsa sia maggiore di quello del Pescara».
L'ex tecnico del Siena ha convocato gli stessi 23 del match di sabato con l'Avellino: Farelli, Spillabotte, Mazzoleni, Almici, Brosco, Bruno, Bruscagnin, Cottafava, Crimi, Esposito, Milani, Doudou, Sforzini, Pettinari, Paolucci, Petagna, Ricciardi, Rossi, Dellafiore, Valiani, Angelo, Viviani e Sbaffo. Out Di Gennaro, Esposito ed Ashong.
Pescara-Latina verrà diretta da Ivano Pezzuto della sezione di Lecce. Guardalinee Giovanni Petangelo e Alfonso D'Apice. Fischio d'inizio questa sera alle ore 20,30 allo stadio Adriatico di Pescara.

Andrea Sacchini