CALCIO

Lega Pro. Abruzzesi in chiaroscuro: così così L'Aquila, male il Teramo

Abruzzesi balbettanti all'esordio: un solo punto in 2 gare

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1205




ABRUZZO. Dopo le buone prestazioni nelle amichevoli estive e nei primi turni di Coppa Italia, sia L'Aquila sia Teramo non brillano all'esordio. Per i rossoblù, reduci in Coppa Italia dalla storica vittoria sul campo del Bologna e dalla buona prestazione di Empoli, uno scialbo 0-0 al Fattori contro il Gubbio. È andata peggio al Teramo, che ha ceduto di schianto 3-1 al cospetto di un Pisa furioso per il mancato ripescaggio in Serie B. Per Pagliari e Vivarini tanto lavoro da fare: il primo vuole migliorare la fase d'attacco dei suoi mentre per l'ex Pescara e Chieti la priorità sarà quella di registrare la difesa.
«Abbiamo giocato male i primi 20 minuti» – ha raccontato a fine gara il tecnico dell'Aquila, Giovanni Pagliari – «poi siamo venuti fuori alla distanza anche se ci è mancato il gol ed un pizzico di cattiveria sotto porta. Dobbiamo migliorare come continuità e giocate. Il gruppo però c'è e non sono affatto preoccupato».
Deluso invece Vincenzo Vivarini, allenatore del Teramo: «nel primo tempo abbiamo subito un pochino ma nel secondo tempo abbiamo riordinato le idee ed abbiamo creato tante occasioni da gol. Abbiamo sbagliato tanto ed il secondo tempo si è vista una sola squadra: il Teramo. Siamo una squadra dai valori tecnici importanti. Puntiamo ad un campionato importante».

L'AQUILA-GUBBIO 0-0 (p.t. 0-0)

L'AQUILA (4-3-3): Zandrini; Pedrelli, Pomante, Zaffagnini, Ligorio; Corapi (31'st De Francesco), Perpetuini, Del Pinto; Mancini, Perna (8'st De Sousa), Sandomenico (15'st Pacilli). A disposizione: Cacchioli, Di Mercurio, Karkalis, Zappacosta. Allenatore: Pagliari.
GUBBIO (4-3-3): Iannarilli; Luciani, Rosato, Lasicki, Caldore; Esposito, Domini, Casiraghi (19'st Loviso); Mancosu (33'st Marchionni), Regolanti (42'st Cais), Vettraino. A disposizione: Citti, Manganelli, Castelletto, Badiali. Allenatore: Acori.
ARBITRO: Illuzzi della sezione di Molfetta (Monetta-Opromolla).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 2mila spettatori. Ammoniti: Mancini, Vettraino, Luciano.

PISA-TERAMO 3-1 (p.t. 2-0)


PISA (4-4-2): Pelagotti; Di Cuonzo, Lisuzzo, Paci, Costa; Napoli (25'st Manfredini), Morrone, Iori, Finocchio (13'st Sini); Arma, Giovinco. A disposizione: Moschin, Pellegrini, Frediani, Gyasi, Stanco, Adornato. Allenatore: Braglia.
TERAMO (4-4-2): Serraiocco; Scipioni, Diakitè, Speranza, Masullo; Fiore (7'st Petrella), Cenciarelli, Lulli (7'st Buonaiuto), Di Paolantonio; Donnarumma (35'st Bucchi), Lapadula. A disposizione: Narduzzo, Brugaletta, Perrotta, Amadio. Allenatore: Vivarini.
ARBITRO: Rapuano della sezione di Rimini (Mangino-Stazi).
NOTE: Presenti sugli spalti circa 5mila spettatori. Ammoniti: Masullo, Iori, Diakitè, Morrone, Sini.
Andrea Sacchini