SERIE B

Pescara calcio. Mercato, qualcosa inizia a muoversi: Sì Pesoli, quasi Fiorillo e Dettori

Da Silva sogna in grande: «qui sono esplosi Verratti ed Immobile quindi...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3111


PIZZOFERRATO. Dopo l'ennesima giornata frenetica trascorsa tra trattative in entrata ed in uscita, finalmente inizia a muoversi con risultati tangibili il mercato del Pescara. Da ieri sera infatti Emanuele Pesoli è ufficialmente un nuovo giocatore del Pescara. L'oramai ex difensore del Carpi, dopo una breve visita negli uffici del patron Daniele Sebastiani in città, ha firmato il contratto che lo legherà al Delfino per la prossima stagione con opzione di rinnovo. A Pesoli, che in giornata effettuerà le visite mediche prima di unirsi al gruppo per il ritiro estivo, nelle prossime ore potrebbero aggiungersi Francesco Dettori (che deve ancora trovare l'accordo con la Carrarese per la rescissione del contratto, ndr), Gabriel Appelt Pires (tutto fatto con Sampdoria e Juventus sulla base del prestito secco, ndr) ed il portiere Vincenzo Fiorillo.
Poche sostanziali novità in uscita con Vukusic, Sforzini, Cutolo e Bjarnason (ancora non pervenuto in ritiro, ndr) che hanno richieste ma non vere e proprie offerte. Mascara vicinissimo alla rescissione mentre Bianchi Arce tornerà al Banfield in Argentina.

La squadra intanto chiuderà oggi la prima parte del ritiro estivo. Nel pomeriggio il gruppo al completo saluterà Pizzoferrato per trasferirsi a Boario nel bresciano fino al 28 luglio. Previste per adesso due amichevoli con date ed orari ancora da fissare con la rappresentativa dei giocatori brasiliani senza contratto e con il Lumezzane, oltre al triangolare con Teramo e San Nicolò del 3 agosto al Bonolis di Teramo.
«Sono contento di essere arrivato a Pescara» – ha intanto dichiarato l'attaccante Victor Da Silva, giunto pochi giorni fa in prestito dal Chievo Verona – «ho visto che qui negli ultimi anni si è puntato molto sui giovani ed ho deciso di accettare la sfida. Qui si sono affermati giocatori come Verratti, Insigne ed Immobile e chissà che possa essere anche per me un ottimo trampolino di lancio».
«Con questa maglia spero di raccogliere importanti soddisfazioni» – chiude Da Silva – «sono abituato a giocare con il 3-5-2 ma posso adattarmi. Il mio idolo? Fabregas della Spagna, giocatore fortissimo capace di giocare sia come trequartista sia come falso nueve (punta centrale molto mobile, ndr)».
Andrea Sacchini