SERIE B

Pescara calcio. Ieri prima sgambata a Pizzoferrato. Mercato: biancazzurri in affanno

Sfugge anche De Col. Ora si puntano Zampano e Carrozza del Verona

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3779




PIZZOFERRATO. Festa biancazzurra a Pizzoferrato per la prima sgambata stagionale del Pescara di Baroni. Test utile, ovviamente più che per il risultato, per capire lo stato di forma dei calciatori dopo una settimana di lavoro e quasi alla vigilia della partenza della seconda parte del ritiro a Boario del 16 luglio.
Risultato finale 11-0 per il Pescara, che non ha affondato più di tanto il colpo al cospetto dei più che dilettanti del Pizzoferrato. In grande evidenza Barbuti, l'ultimo anno ad Aprilia in Seconda Divisione, con 5 reti. Doppiette per Caprari e Mancini e gol singoli di Capuano e Di Rocco. Nel primo tempo biancazzurri in campo con Aresti in porta, Scrugli, Cosic, Boldor e Bocchetti in difesa, Nielsen, Selasi e Mancini a centrocampo, Politano, Barbuti e Caprari in attacco. Nella ripresa spazio a Savelloni e Calore tra i pali e girandola di cambi con gli ingressi in campo di Vitturini, Capuano, Karkalis, Zuparic, Di Rocco ed Altobelli.
Nonostante la squadra sia ancora un cantiere aperto è stata ottima la risposta del pubblico, con diverse centinaia di tifosi e semplici curiosi che hanno preso d'assalto il piccolo campo sportivo del paese. Presenti tra gli altri il neo-sindaco di Pescara Marco Alessandrini ed ovviamente il primo cittadino del piccolo centro teatino, Palmerino Fagnilli, che ha fatto gli onori di casa insieme alla banda del paese tra il primo ed il secondo tempo.

PER IL PESCARA CONTINUA AD ESSERE IL MERCATO DEI “NO”
Nel mentre il duo Pavone-Repetto con grande difficoltà cerca di muoversi in sede di mercato. Dopo Kone, Sepe e Barillà, sfuma un altro obiettivo del Pescara cerchiato in rosso: Filippo De Col. Il giocatore, vero e proprio pupillo di Marco Baroni che lo ha lanciato in B l'anno scorso a Lanciano, è stato girato dall'Hellas Verona alla Virtus Entella, con i 2 club che nelle settimane scorse avevano rinnovato la comproprietà del calciatore. Il club ligure inoltre potrebbe superare il Pescara anche nella corsa per un altro terzino in uscita dagli scaligeri: Francesco Zampano.
Passi in avanti invece per Nortey Ashong della Fiorentina ed Appelt Pires della Juventus, i cui prestiti dovrebbero essere ufficializzati nei prossimi giorni.
A centrocampo l'obiettivo numero uno per sostituire nei primi mesi l'infortunato Brugman è diventato Alessandro Carrozza (classe 1982 a La Spezia nell'ultima stagione, ndr), conteso tra le tante dal Carpi.
L'alternativa al giocatore dell'Hellas Verona è rappresentata da Francesco Dettori, regista classe 1983 di proprietà della Carrarese, che aver raggiunto un accordo di massima col sodalizio abruzzese starebbe cercando di rescindere il proprio contratto con gli apuani in essere fino a giugno 2015.
Dettori ha già indossato la maglia del Pescara dal 2009 al 2011 (con una parentesi anche dal dicembre 2008 al giugno dello stesso anno, ndr) con discreti risultati. Rimandato di qualche giorno il possibile arrivo dell'esterno di proprietà del Genoa Riccardo Improta.
In uscita continua il forte pressing dell'Entella per Riccardo Maniero, che potrebbe decidere di cambiare aria considerata l'incredibile sovrabbondanza di giocatori nel suo stesso reparto. Nessuna novità concreta per quello che riguarda Bianchi Arce (destinato al ritorno in Argentina, ndr), Bjarnason (non ancora arrivato in ritiro ed ansioso di essere ceduto, ndr) e Vukusic. Sforzini piace all'Avellino ma il grande ostacolo è rappresentato dall'ingaggio di circa 250mila euro netti, mentre Cutolo è entrato nelle grazie di Salernitana e Lecce.
Per lo svincolato Belardi infine è vicinissimo il trasferimento in India al Pune, club del massimo campionato indiano.
Andrea Sacchini