CALCIO

Serie B. Per il Pescara è il mercato dei “no grazie”. Vice Brugman: spunta Togni

Quarto giorno di ritiro a Pizzoferrato. Bocchetti: «Baroni? Sensazioni positive»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2414






PIZZOFERRATO. Non c'è 2 senza 3. Il Pescara incassa il terzo “smacco” in 3 giorni e dopo aver visto sfumare al fotofinish (quando tutto sembrava fatto) Kone e Sepe, ha visto sfumare anche Barillà, passato nella mattinata di ieri un po' a sorpresa a titolo definitivo al Trapani. La casella “arrivi” dopo cinque giorni dall'inizio del ritiro è tutta un rebus, con il solo Pesoli che sembra davvero ad un passo dalla firma in biancazzurro. Per il resto il duo Repetto-Pavone, con i pochi fondi a disposizione e con il mercato cessioni che deve ancora decollare, sta trovando parecchie difficoltà nel dare al tecnico Marco Baroni un gruppo certo di giocatori sul quale lavorare in tempo almeno per la seconda parte del ritiro a Boario (dal 16 al 28 luglio, ndr).
Per il ruolo di portiere il sogno (dopo il no di Sepe, ndr) resta Raffaele Di Gennaro dell'Inter che però sembra molto vicino ad accettare l'offerta dello Spezia. Più percorribili le piste che portano al sampdoriano Andrea Tozzo ed ad Antonio Donnarumma (classe 1990) che il Genoa non avrebbe troppe difficoltà a liberare.
Perso Barillà invece, con Brugman e Milicevic ai box ancora a lungo per infortunio, si pensa al ritorno di Togni, in uscita da Avellino ma poco convinto della destinazione biancazzurra. Il regista è ancora in contatto con diversi suoi ex compagni di squadra ma non si è lasciato benissimo con la dirigenza la scorsa estate.
In uscita Mascara potrebbe rescindere con una cospicua buonuscita mentre per Bjarnason (che non si è ancora presentato in ritiro ufficialmente per guai fisici, ndr) non ci sono novità. Vukusic invece, che continua a rifiutare qualsiasi destinazione all'estero, potrebbe restare per essere valutato da Baroni.


«Siamo ripartiti con entusiasmo con un gruppo nuovo ed un allenatore nuovo» – ha dichiarato dal ritiro Antonio Bocchetti – «le impressioni su Baroni sono state molto positive. Ha parlato con tutti noi per il bene della squadra e noi dobbiamo cercare di dargli una mano. L'anno scorso nella seconda parte della stagione abbiamo toccato il fondo. Non dobbiamo commettere lo stesso errore dell'anno scorso: scioglierci nei momenti di maggiore difficoltà».
Per il terzino napoletano è la quarta stagione con la maglia del Pescara: «cerco di dare sempre il massimo per questa maglia. Fare da chioccia ai più giovani? Dovevo farlo anche l'anno scorso poi ho giocato quasi sempre...».
Ieri quarto giorno di ritiro a Pizzoferrato senza grossi problemi per i giocatori agli ordini di Marco Baroni. Domenica alle 17,00 prima sgambata stagionale per i biancazzurri contro una formazione locale. Mercoledì ultimo allenamento in Abruzzo prima della partenza per la seconda parte del ritiro estivo a Boario. Sempre ieri infine si è aperta la prima fase di prelazione della campagna abbonamenti 2014/2015 del Delfino. Vendute le prime 155 tessere.

Andrea Sacchini