SERIE B

Virtus Lanciano. Nodi prestiti e comproprietà. Il Ds Leone al lavoro per le tante conferme

Entro la prossima settimana si deciderà il futuro di Marco Baroni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1629




LANCIANO. In attesa di buone nuove sull'allenatore (Baroni avrà un colloquio chiarificatore entro una decina di giorni, ndr), in casa Virtus Lanciano dopo una settimana di meritato relax bisognerà iniziare a pensare anche al parco giocatori per la prossima stagione. I primi nodi da sciogliere riguardano i tantissimi prestiti attualmente in essere: Sepe dal Napoli, De Col e Ragatzu dall'Hellas Verona, Paghera dal Brescia, Casarini dal Bologna, Comi dal Milan, Buchel dalla Juventus, Nunzella dal Lecce, Minotti e Gatto dall'Atalanta e Germano dalla Pro Vercelli.
La volontà di molti di questi (come ad esempio quella chiaramente espressa nei giorni scorsi da Sepe, ndr) è quella di rimanere almeno un altro anno in Abruzzo. Intenzione che potrebbe trovare il consenso delle società proprietarie dei cartellini, fortemente intenzionate a valorizzare i propri giovani con un'altra stagione da protagonisti in Serie B, magari nuovamente al Lanciano. Contatti in tal senso verranno allacciati dal Ds Luca Leone nel corso della prossima settimana, una volta chiarito il futuro di Marco Baroni che ha contratto in scadenza con opzione automatica di rinnovo in caso di salvezza già acquisita. Il tecnico parlerà nei prossimi giorni con la proprietà per capire opportunità e motivazioni di proseguire sulla panchina rossonera.
Il neo promosso Perugia intanto sembra molto interessato a ben 3 rossoneri: Falcinelli, Paghera e Ragatzu. I primi 2 non disprezzerebbero un altro anno in Abruzzo mentre l'ex attaccante di Cagliari ed Hellas Verona, poco utilizzato negli ultimi mesi da Baroni, gradirebbe cambiare aria.
Scontate le conferme di Mammarella, Turchi, Di Cecco, Aquilanti e Vastola, giocatori dalla grande esperienza e uomini spogliatoio imprescindibili anche per la nuova Virtus che verrà.
Il rompete le righe infine è previsto per questo giovedì, con la squadra quasi al gran completo che effettuerà l'ultimo allenamento della stagione in città prima di dedicarsi anima e corpo alle ferie estive.

PLAY-OFF PRIMO TURNO. CROTONE-BARI 0-3. AVANTI I GALLETTI
CROTONE (4-3-3): Gomis; Del Prete, Suagher, Cremonesi, Mazzotta; Dezi (14′st Giannone), Crisetig, Cataldi; Bernardeschi (40′st Ishak), Pettinari, Bidaoui (16′st De Giorgio). A disposizione: Secco, Ferrari, Saric, Matute, Galardo, Diop. Allenatore: Drago.
BARI (4-3-3): Guarna; Sabelli, Ceppitelli, Polenta, Calderoni; Sciaudone, Fossati, Defendi (28′st Zanon); Galano (24'st Delvecchio), Çani, João Silva. A disposizione: Mitrovic, Chiosa, Samnick, Lugo Martinez, Beltrame, Albadoro, Leonetti. Allenatore: Alberti.
ARBITRO: Renzo Candussio della sezione di Cervignano del Friuli.
Marcatori: 28′ Galano, 90′+1 Silva, 90′+5 Sciaudone.
Note: Ammoniti: Del Prete (C), Çani (B), Calderoni (B), Fossati (B), Zanon (B), Delvecchio (B), Cremonesi (C).

PLAY-OFF PRIMO TURNO. MODENA DI MISURA SULLO SPEZIA È SEMIFINALE
MODENA (4-4-2): Pinsoglio; Gozzi, Cionek, Zoboli, Garofalo; Molina, Bianchi, Burrai (75′ Nardini), Rizzo (20′ Mazzarani); Granoche, Babacar (52′ Signori). A disp.: Manfredini, Calapai, Marzorati, Manfrin, Mangni, Stanco Allenatore: Walter Novellino.
SPEZIA (4-4-2): Leali; Madonna, Bianchetti, Lisuzzo, Migliore; Schiattarella (81′ Culina), Gentsoglou, Sammarco (74′ Scozzarella), Carrozza (64′ Ebagua); Bellomo, Ferrari. A disp.: Valentini, Baldanzeddu, Magnusson, Appelt, Orsic, Catellani. Allenatore: Devis Mangia.
ARBITRO: Nasca di Bari.
MARCATORE: 57′ Signori.
Note: Ammoniti: Gentsoglou (S), Bianchi (M), Bellomo (S), Signori (M).

Andrea Sacchini