SERIE B

Virtus Lanciano. La priorità è quella di blindare il tecnico Baroni, ma non sarà facile...

Il tecnico sul finale di stagione: «nulla da rimproverare. Ci abbiamo sempre creduto»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2160



LANCIANO. Archiviata la stagione con un pizzico di amarezza per un piazzamento play-off sfumato per il pareggio inatteso di Carpi di 2 settimane fa, in casa Virtus Lanciano è già tempo di guardare al futuro. La priorità, anche se molto difficile, è quella di blindare il tecnico Marco Baroni, probabilmente il principale artefice di una stagione indimenticabile nella quale i frentani non hanno mai rischiato nulla in zona retrocessione. L'ex mister della Primavera di Siena e Juventus ha un altro anno di contratto col sodalizio rossonero (opzione in caso di salvezza, ndr), ma la sua permanenza in Abruzzo è tutt'altro che scontata. Baroni è gradito a molti club di B e non solo ed il suo futuro verrà deciso nelle prossime settimane. Stesse modalità dell'anno scorso con l'ex Carmine Gautieri, anche se questa volta il club e la tifoseria si augurano un finale diverso.
«Posso essere soltanto orgoglioso di questo gruppo che ha saputo giocare e soffrire fino in fondo» – ha raccontato dopo il match col Cittadella proprio Marco Baroni, deluso dall'epilogo del campionato ma contento di una stagione comunque al di là di ogni più rosea aspettativa – «ci abbiamo sempre creduto purtroppo all'ultima giornata non siamo riusciti ad agguantare il sogno dei play-off. Resta comunque la certezza di una stagione fantastica con l'obiettivo salvezza centrato con larghissimo anticipo e senza patemi d'animo. Il Lanciano ha dimostrato in 42 giornate di avere spirito, determinazione e forza tecnica e mentale. Non posso proprio rimproverare nulla ai ragazzi per come tutto sia finito...».
«Il futuro?» – chiude Baroni – «vedremo insieme alla società cosa fare e se ci saranno le condizioni e le motivazioni da parte mia per andare avanti».
Il “rompete le righe” estivo è previsto per questa settimana. La squadra si radunerà a luglio per il ritiro estivo. Nel mentre alla società spetterà l'arduo compito di mantenere per la terza volta consecutiva la cadetteria.
Andrea Sacchini