SERIE B

Virtus Lanciano. Paradiso o purgatorio in 90 minuti. Baroni si gioca tutto col Cittadella

Il tecnico dei frentani crede ai play-off: «crediamoci, mi aspetto delle sorprese...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2512


LANCIANO. Tutto o niente in 90 minuti, anche se il nulla si fa per dire visto che la Virtus Lanciano il proprio scudetto lo ha già vinto conquistando una salvezza difficile con tantissime giornate di anticipo. Per i frentani in ottica play-off non è più tempo di calcoli con l'ultima decisiva giornata di questa sera. L'undici di Baroni, per rientrare in corsa per un posto negli spareggi di fine stagione per la Serie A, deve necessariamente battere al Biondi al Cittadella e sperare di sorpassare almeno 2 tra Spezia, Siena, Bari e Crotone. Le prime 2 sono ospiti rispettivamente di Latina e Varese mentre i calabresi saranno di scena a Palermo. A Siena e Spezia basta un punto per prevalere sugli abruzzesi in virtù degli scontri diretti. Stessa cosa per il Crotone, che distante 3 punti è in svantaggio nel computo dei match in stagione regolare. Più agevole sulla carta il compito del Bari (che deve vincere per lasciarsi alle spalle in ogni caso la Virtus, ndr), che ospiterà un Novara sì in lotta per evitare i play-out ma in profonda crisi d'identità e di risultati. Da non considerare l'Avellino, che a pari punti della Virtus è sotto nei confronti diretti.
Fuori causa gli squalificati Turchi, Buchel e Mammarella, il tecnico Marco Baroni al termine dell'ultimo allenamento di rifinitura in città ha convocato i portieri Amabile, Branescu, Casadei e Sepe; i difensori Amenta, Aquilanti, De Col, Ficagna, Nunzella e Troest; i centrocampisti Casarini, Di Cecco, Germano, Minotti, Paghera e Vastola; gli attaccanti Comi, Falcinelli, Gatto, Piccolo, Ragatzu e Thiam.

«Bisogna crederci a tutti i costi, sarebbe un delitto non provarci fino alla fine» – ha raccontato nella consueta conferenza stampa della vigilia il tecnico dei frentani, Marco Baroni – «ad agosto se avessimo pensato ad un campionato del genere ci avrebbero dato dei visionari. Rimpianti per la traversa di Turchi all'ultimo a Carpi? Il calcio è fatto di queste cose e non bisogna guardarsi indietro. Bisogna mantenere viva concentrazione ed energia per battere il Cittadella. Ogni altro discorso è vano...».
Avversario il Cittadella di Foscarini: «troviamo una squadra che sta bene e che verrà qui per giocarsi la vita. Come noi del resto. Dobbiamo arrivare al triplice fischio con una vittoria e poi controllare gli altri risultati. Non voglio avere rimpianti al termine della partita col Cittadella. Sarà una giornata equilibrata ed ogni nostra diretta concorrente giocherà contro avversari che daranno tutto e che sono ancora in lotta per qualcosa di importante».
«Noi pensiamo a fare 62 punti» – chiude Baroni – «ma senza questo è inutile fare discorsi di play-off. Sono sicuro che ci saranno sorprese...».
In ogni caso non sarà facile per la Virtus, che affronterà un Cittadella a caccia disperata di punti preziosi per tenere a distanza Novara e Varese e conquistare l'ennesima salvezza in B. Mister Claudio Foscarini ha convocato 21 giocatori per la trasferta decisiva in terra d'Abruzzo: i portieri Pierobon e Di Gennaro; i difensori Gasparetto, Scaglia, Alborno, Coly, Colombo, Pugliese e Marino; i centrocampisti Jidayi, Busellato, Lora, Rigoni, Di Donato e De Leidi; gli attaccanti Piscitella, Coralli, Perez, Donnarumma, Surraco e Azzi.
Virtus Lanciano-Cittadella verrà diretta da Leonardo Baracani della sezione di Firenze. Guardalinee Stefano Del Giovane e Pasquale De Meo.


PROBABILI FORMAZIONI

VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Sepe; De Col, Troest, Amenta, Nunzella; Di Cecco, Minotti, Casarini; Gatto, Falcinelli (Piccolo), Thiam. Allenatore: Baroni.
CITTADELLA (4-4-2): Di Gennaro; Coly, Gasparetto, Scaglia, Alborno; Surraco, Di Donato, Rigoni, Lora; Coralli, Donnarumma. Allenatore: Foscarini.
ARBITRO: Leonardo Baracani della sezione di Firenze.
Andrea Sacchini