SERIE B

Pescara calcio. Infortuni e squalifiche. Ad Empoli finalmente è l'ora dei giovani?

Biancazzurri “invitati speciali” alla festa Serie A dei toscani.

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3601





EMPOLI. Finalmente un sospiro di sollievo sincero per il Pescara che questa sera ad Empoli (calcio d'inizio ore 20,30) conclude il proprio modesto campionato ed inizia a guardare (ma guai prima di giugno, ndr) al futuro. Prima però occhi puntati sul match del Castellani, per metterà in palio per l'Empoli gli ultimi fondamentali punti per la Serie A matematica e per il Pescara una ghiotta occasione di vedere all'opera tanti interessanti prodotti del vivaio. Tra infortuni, squalifiche e semplici scelte tecniche di fine stagione (out Belardi, Balzano, Cosic, Zuparic, Schiavi, Milicevic, Rizzo, Brugman, Bovo, Fornito, Chiaretti, Cutolo e Samassa, ndr), Serse Cosmi ha portato con sé per la trasferta in terra toscana ben 8 elementi in orbita Primavera: Savelloni, Svedkauskas, Karkalis, Benedetti, Selasi, Di Francesco, Di Pinto e Bulevardi. Facile prevederne un impiego massiccio, con Selasi sicuro titolare e tutti gli altri pronti ad entrare a gara in corso. Il tecnico umbro ha convocato i portieri Pelizzoli, Savelloni e Svedkauskas; i difensori Bocchetti, Capuano, Rossi, Salviato, Zauri, Karkalis e Benedetti; i centrocampisti Nielsen, Selasi, Di Francesco, Di Pinto e Bulevardi; gli attaccanti Caprari, Maniero, Mascara, Politano, Ragusa e Sforzini.
In casa Empoli invece il clima che si respira in terra toscana è quello di festa, con la società che ha addirittura ribassato a 2,50 euro i prezzi dei tagliandi dei settori più popolari al fine di riempire il più possibile gli spalti del Castellani e festeggiare la promozione nella massima divisione. Al Pescara, che almeno nelle intenzioni non vuole passare per lo sparring partner di turno o per l'invitato di lusso ai festeggiamenti, si chiede una prova dignitosa e di onore. È la speranza soprattutto del Latina, che distante 2 punti spera in un clamoroso scivolone interno dell'undici di Sarri per poter compiere il sorpasso clamoroso proprio all'ultima curva prima del traguardo.
«È una partita molto difficile per noi» – ha raccontato nella conferenza stampa della vigilia il tecnico dell'Empoli, Maurizio Sarri, tra l'altro grande ex dell'incontro – «abbiamo tutto da perdere. Alcune squadre anche molto più forti di noi sono rimaste paralizzate all'ultima giornata in partite come quelle che affronteremo domani (oggi per chi legge, ndr). È vero che il Pescara non ha stimoli e motivazioni, ma oggi in Serie B nessuno vuole regalare nulla. Del resto proprio il Pescara la settimana scorsa ha bloccato il Modena che aveva disperato bisogno di punti per raggiungere i play-off. Abbiamo bisogno di concentrazione non di euforia...».
La gara verrà diretta da Candussio di Cervignano del Friuli (Ceccarelli-Di Vuolo).

PROBABILI FORMAZIONI
EMPOLI (4-3-1-2): Bassi; Laurini, Tonelli, Rugani, Mario Rui; Signorelli, Valdifiori, Croce; Verdi; Tavano, Maccarone. Allenatore: Sarri (squalificato).
PESCARA (3-5-2): Pelizzoli; Zauri, Capuano, Bocchetti; Salviato, Nielsen, Mascara (Di Francesco), Selasi; Ragusa, Maniero (Caprari). Allenatore: Cosmi.
ARBITRO: Candussio di Cervignano del Friuli (Ceccarelli-Di Vuolo).
Andrea Sacchini