LEGA PRO

Il sogno Serie B dell'Aquila sfuma al 90esimo. Il Pisa vince 1-0 e passa il turno

Amarezza al Fattori ma il gol di Goldaniga non cancella un anno da record

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2161





L'AQUILA. Il sogno Serie B dell'Aquila si infrange immeritatamente al minuto 42 del secondo tempo, con la rete di Goldaniga che ha consentito al Pisa di vincere 1-0 e passare alla semifinale play-off.
Amarezza infinita al Fattori per il sogno promozione sfumato quasi al 90esimo in una gara maledetta per i colori rossoblù ma validissima sotto il profilo dell'intensità e dell'agonismo. Poco o nulla da rimproverare per L'Aquila, che in questa stagione ha infranto tantissimi record dopo tantissimi anni vissuti tra i campi difficili e polverosi dell'Eccellenza, della Serie D e Seconda Divisione. Analizzare la gara e gli errori commessi col Pisa non renderebbe giustizia ad una stagione positiva sotto tutti i punti di vista per l'undici di Pagliari, capace di raggiungere la coda play-off addirittura con il quarto posto finale. Per occasioni da gol create e mole di gioco espressa gli abruzzesi avrebbero certamente meritato il passaggio del turno, ma si sa nel calcio alla fine vince chi segna ed il Pisa è stato abile nel capitalizzare l'unica vera occasione da gol pulita costruita nel corso della contesa.
Avvio subito veemente ed aggressivo dei padroni di casa. Al secondo minuto Corapi direttamente su calcio di punizione sfiora la traversa.
Al 20esimo chance solare ancora per L'Aquila. Bello spunto di Corapi e passaggio illuminante per Pià che tutto solo davanti a Provedel sparacchia malamente addosso al portiere pisano.
Un minuto dopo è la traversa a negare il vantaggio degli abruzzesi su incornata precisa di Pomante sugli sviluppi di un corner.
Del Pisa quasi nessuna traccia anche in avvio ripresa, con L'Aquila pericolosa al quarto con Frediani, che a giro di un nulla non inquadra lo specchio della porta.
Al 24esimo azione confusa in area del Pisa e deviazione finale di Ciciretti che non da potenza al pallone.
Al 40esimo contropiede buono dei padroni di casa e diagonale di De Sousa da posizione privilegiata troppo debole per impensierire Provedel.
Al 42esimo la beffa incredibile con il vantaggio del Pisa. Sugli sviluppi di un calcio piazzato, il colpo di testa di Goldaniga fa secco Testa.
In pieno recupero la beffa è completa con l'ennesima ghiotta chance per il gol dell'Aquila sciupata per sfortuna ed imprecisione. Punizione di Corapi ed ennesimo intervento decisivo del portiere del Pisa.
Per effetto di questa sconfitta Pisa avanti e L'Aquila fuori immeritatamente dai play-off. Appuntamento alla prossima stagione con i rossoblù che giocheranno nella nuova Lega Pro unica e nella Coppa Italia maggiore.

TABELLINO
L'AQUILA (4-3-3): Testa; Pedrelli (20'st Scrugli), Pomante (27'st Ingrosso), Zaffagnini, Dallamano; Agnello, Corapi, Del Pinto; Frediani, De Sousa, Pià (44'pt Ciciretti). A disposizione: Addario, Maltese, Gallozzi, Libertazzi. Allenatore: Pagliari.
PISA (4-4-2): Provedel; Pellegrini (18'st Kosnic), Goldaniga, Rozzio, Sabato; Mannini (32'st Martella), Sampietro, Favasuli; Cia; Arma, Giovinco (46'st Parfait). A disposizione: Pugliesi, Mingazzini, Bollino, Forte. Allenatore: Menichini.
ARBITRO: Jean Luis Sacchi della sezione di Macerata.
NOTE: Presenti sugli spalti circa 5mila spettatori con circa 700 sostenitori ospiti. Ammoniti: Sabato, Corapi, Goldaniga, Provedel.
Andrea Sacchini