SERIE B

Pescara calcio. La convalescenza non è ancora finita. E domani c'è il derby col Lanciano...

Con il Siena da salvare solo il risultato che è valso però tantissimo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2022





PESCARA. Vigilia di campionato più serena del solito per il Pescara dopo il prezioso successo maturato sabato scorso sul Siena. I biancazzurri, che domani saranno attesi allo stadio Adriatico dal derby con la Virtus Lanciano, pur dando piena dimostrazione di essere ancora convalescenti hanno trovato la forza e la fortuna di racimolare gli ultimi punti che mancavano ad una tranquilla salvezza. Certo gli obiettivi di inizio campionato erano di ben altro spessore, ma quanto fatto dall'undici di Cosmi col Siena (il risultato ad ogni costo a discapito del bel gioco e dello spettacolo, ndr) rappresenta il massimo possibile da parte di una squadra sopravvalutata sia a livello tecnico che caratteriale.
Archiviata la salvezza, con la speranza lontanissima di rientrare nel discorso play-off, ai biancazzurri l'arduo compito di trasformare nelle ultime 4 partite i fischi piovuti anche al termine del match col Siena in (anche se timidi) applausi.
Intanto la squadra ha lavorato ieri in vista del derby di domani sera con la Virtus Lanciano. Considerata l'emergenza totale in difesa e centrocampo, nessun turnover previsto per il tecnico Serse Cosmi che potrebbe riproporre il sistema a doppio centravanti visto nell'ultima mezz'ora col Siena. Preoccupano le condizioni di Brugman, che oggi verrà attentamente valutato dallo staff medico biancazzurro per verificare le condizioni del suo ginocchio sinistro. Col Lanciano dunque via libera a Nielsen, anche in virtù del mezzo fallimento dell'esperimento Salviato mezz'ala di centrocampo.
Andrea Sacchini