SERIE B

Virtus Lanciano. Sacrifici e programmazione ed ecco il Palermo. Mammarella: «che onore»

Oggi al Barbera i rossoneri cercano 3 punti di prestigio. Iachini: «siamo motivati»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1630


LANCIANO. Fino a qualche anno fa in pochi (o meglio nessuno) avrebbero immaginato un giorno la Virtus Lanciano in trasferta allo storico e prestigioso stadio Barbera di Palermo in un match di Serie B. La gestione e la programmazione oculata nel tempo della famiglia Maio ha però permesso al piccolo club abruzzese prima di vivere il sogno della promozione dalla Lega Pro, poi la salvezza storica in Serie B ed ora addirittura la lotta per la Serie A a sole 5 giornate dalla fine del torneo.
Chi ha vissuto da capitano e grande protagonista in questi anni la straordinaria cavalcata della Virtus Lanciano è sicuramente Carlo Mammarella, che in conferenza stampa ha raccontato con un pizzico di emozione l'imminente gara di Palermo: «giocare in uno stadio così importante come quello di Palermo testimonia quanto di buono è stato fatto in questi anni dalla Virtus Lanciano. Ci sarà il pienone e noi dobbiamo scendere in campo concentrati. Giocare al Barbera davanti a 30mila persone regala sempre stimoli particolari. Siamo contenti di giocare in un clima ed in un palcoscenico del genere. Peccato per la squalifica che non mi consentirà di scendere in campo...».
Nonostante in casa frentana il presente si chiami Palermo, è inevitabile pensare già al derby di martedì sera all'Adriatico contro il Pescara: «peccato per la squalifica ma se alla vigilia avessi dovuto scegliere una gara da saltare sicuramente avrei scelto Palermo. Sarà il primo derby per me in Serie B dopo la squalifica nella gara di andata, ma ripeto in questo momento è meglio parlare e pensare soltanto al match col Palermo...».
I rosanero hanno festeggiato la promozione in Serie A soltanto la settimana scorsa, ma il capitano non si aspetta una formazione rosanero già appagata dall'obiettivo centrato con largo anticipo: «non ci aspettiamo alcun regalo. Non vorranno fermarsi proprio adesso sul più bello, poi se dovessero mollare qualcosa col passare dei minuti il Lanciano dovrà essere bravo ad approfittarne. Chiaro che non ci aspettiamo un atteggiamento molle da parte del Palermo».
La squadra ovviamente è già partita in aereo dall'aeroporto di Roma Fiumicino in direzione Palermo. Mister Baroni ha convocato i portieri Amabile, Branescu e Sepe; i difensori Aquilanti, De Col, Ferrario, Ficagna e Nunzella; i centrocampisti Buchel, Casarini, Di Cecco, Minotti e Vastola; gli attaccanti Comi, Falcinelli, Gatto, Piccolo, Ragatzu e Turchi. Fuori causa gli squalificati Mammarella, Paghera e Thiam e gli infortunati Casadei, Amenta, Troest e Germano.

IACHINI NON VUOLE FARE SCONTI: «MOTIVATI PER VINCERE ANCORA»
«Noi continueremo a preparare ogni partita al meglio una per volta, cercando di dare continuità di risultati e prestazioni» – ha raccontato alla vigilia il mister dei rosanero, Giuseppe Iachini – «vogliamo regalare altre soddisfazioni ai nostri tifosi quindi pensiamo alla gara col Lanciano con grandi motivazioni. Non regaleremo proprio nulla a nessuno».
Iachini ha convocato i portieri Fulignati, Sorrentino e Ujkani; i difensori Andelkovic, Daprelà, Lazaar, Milanovic, Morganella, Munoz, Pisano, Terzi e Vitiello; i centrocampisti Barreto, Bolzoni, Di Gennaro, Maresca, Ngoyi, Stevanovic, Troianiello, Vazquez e Verre; gli attaccanti Belotti, Dybala, Hernandez e Lafferty.
La gara verrà diretta da Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta. Guardalinee Fabio Vicinanza e Rodolfo Di Vuolo. Fischio d'inizio oggi pomeriggio alle ore 15,00 allo stadio Barbera di Palermo.

PROBABILI FORMAZIONI (OGGI ORE 15,00)
PALERMO (3-4-1-2): Sorrentino; Vitiello, Terzi, Andelkovic; Pisano (Stevanovic), Barreto, Bolzoni, Lazaar; Vazquez; Hernandez, Dybala. Allenatore: Iachini.
VIRTUS LANCIANO (3-5-2): Sepe; Aquilanti, Ficagna, Ferrario; De Col, Buchel, Minotti, Di Cecco, Nunzella (Casarini); Piccolo, Falcinelli (Comi).

Andrea Sacchini