SERIE B

Pescara Calcio. Su Cosmi resta ancora il dubbio. Sebastiani: «stagione gettata alle ortiche»

Oggi la decisione definitiva ma il tecnico umbro dovrebbe restare

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2518




PESCARA. Si va avanti (almeno per il momento) con Serse Cosmi. È stata questa la decisione partorita dall'entourage dirigenziale del delfino che dopo lunghe ore di riflessione sembra aver deciso di dare ulteriore fiducia al tecnico umbro, chiamato lo scorso febbraio per sostituire con risultati fin qui deludenti l'esonerato Pasquale Marino. Il condizionale però è ancora d'obbligo perché la decisione definitiva dovrebbe essere ufficializzata soltanto oggi.
Nel pomeriggio di ieri, tra l'altro, era circolata anche l'ipotesi subito smentita di un ritorno in panchina del tecnico di Marsala. Con ogni probabilità Cosmi resterà in sella fino al termine del campionato prima di lasciare vacante la panchina al momento più bollente dell'intera Serie B.
«Gli errori sono stati commessi da parte di tutti» – ha raccontato Daniele Sebastiani, ovviamente preoccupato per l'attuale situazione di classifica del delfino – «A inizio anno tutti ci davano per squadra favorita con un allenatore importante per la categoria. Abbiamo esonerato Marino e ne abbiamo preso uno altrettanto importante (Serse Cosmi, ndr). Non riusciamo a capire neanche noi i motivi di una stagione del genere dopo che alla fine del girone di andata sembrava che avessimo trovato la quadratura del cerchio...».
«Ora non ci resta che fare gli ultimi punti che ci restano per raggiungere la salvezza e programmare la prossima stagione» – chiude Sebastiani – «sono deluso perché abbiamo gettato alle ortiche una stagione intera».
Anche in chiave salvezza i numeri parlano chiaro e sono impietosi. 13 punti conquistati in 11 partite, dei quali soltanto 3 nelle ultime 6 partite contro avversari di medio-basso cabotaggio. I biancazzurri non vincono dal 25 marzo 2013. Da quel match di Latina che aveva illuso ambiente, tecnico e dirigenza sull'apparente forza e sostanza di un organico che merita l'attuale posizione di classifica. Gettata via la maschera bisognerà racimolare gli ultimi punti che restano alla salvezza. E non sarà facile considerando il calendario in salita degli abruzzesi e l'incredibile fame di salvezza di alcune delle compagini attualmente indietro in classifica (Cittadella su tutte, ndr).
Andrea Sacchini