Lega Pro. Tutto nella coda: il Cosenza prima segna poi si lascia raggiungere 1-1 dal Teramo

In pieno recupero Speranza regala pareggio e terzo posto finale al diavolo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1664





COSENZA. Con un buon pareggio in rimonta a Cosenza, il Teramo chiude al terzo posto e saluta la Seconda Divisione. Botta e risposta nella coda del match, con il vantaggio dei calabresi al 35esimo con Mosciaro ed il pareggio importante per le statistiche di Speranza al secondo minuto di recupero.
Verdetto del campo sostanzialmente giusto tra due squadre già sazie dopo un campionato giocato ad alti livelli da entrambe. Senza l'assillo del risultato e senza nessun obiettivo da raggiungere (Teramo e Cosenza avevano già staccato sia il biglietto per la Lega Pro unica sia quello per la Coppa Italia dei grandi, ndr), è venuta fuori una gara senza tatticismi e tutto sommato gradevole.
Il primo pericolo degno di nota è portato al 18esimo dal Cosenza con Napolano, che direttamente su calcio di punizione di pochissimo non inquadra lo specchio della porta. Due minuti dopo risposta degli ospiti con Fiore che dal limite trova la decisiva deviazione di un difensore in angolo.
Al 24esimo la prima solare chance della gara. Bigoni si ritrova a tu per tu con Otranto che è strepitoso nel chiudere lo specchio della porta al terzino del Cosenza.
Teramo al 37esimo con Lulli, che da buona posizione prende il palo. Sul proseguo dell'azione Bucchi da 2 passi calcia clamorosamente sul fondo.
Ripresa senza grandi occasioni da gol, con il Cosenza che si porta in vantaggio al 35esimo. Buono spunto sulla sinistra di Calderini e pallone arretrato nel mezzo per Mosciaro che nel cuore dell'area di rigore insacca.
La reazione del Teramo è veemente ed al secondo di recupero arriva il punto del meritato 1-1. Punizione magistrale di Dimas nel mezzo per l'incornata di Speranza che fa secco Frattali.
Qualche minuto prima lo stesso Speranza di testa sugli sviluppi di un corner di Dimas aveva centrato la traversa.
Il Teramo ha chiuso il proprio campionato al terzo posto con 55 punti proprio in compagnia del Cosenza con 15 vittorie, 10 pareggi e 9 sconfitte. Appuntamento dunque al prossimo campionato di Lega Pro unica, che aprirà i battenti tra la fine di agosto ed i primi di settembre.

TABELLINO
COSENZA (4-3-3): Frattali; Bigoni, Palazzi (23'st Carriera), Pepe, Guidi; Meduri, Asante, Corsi; Chinellato, Napolano (15'st Mosciaro), Partipilo (1'st Calderini). A disposizione: Fabiano, Giordano, De Santo, Perrotta. Allenatore: Ianni (squalificato Cappellacci).
TERAMO (4-2-3-1): Otranto; Giannetti, Masullo, Caidi, Speranza; Lulli, Cenciarelli; Fiore (28'st Sassano), Di Paolantonio, Patierno (12'st Casolla); Bucchi (30'st Dimas). A disposizione: Serraiocco, Scipioni, Arcuri, Biondo. Allenatore: Vivarini.
ARBITRO: Lacagnina della sezione di Caltanissetta. Guardalinee: Tudisco-Allegra.
NOTE: Presenti sugli spalti circa mille spettatori. Ammoniti: Caidi, Pepe, Bigoni.
Andrea Sacchini