CALCIO

Lega Pro. Incubo Chieti. Poker subito a Caserta. La retrocessione in D è cosa (quasi) certa

Disastro totale dei neroverdi nel primo tempo. Col Foggia il successo non serve più

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1337




CASERTA. La trasferta della speranza a Caserta si trasforma in un incubo assoluto per il Chieti che senza colpo ferire cede di schianto 4-0 al cospetto della Casertana, che vola al primo posto in classifica. Per i neroverdi invece l'incubo retrocessione, per la quale manca davvero soltanto la matematica, ormai è ad un passo. Vincere infatti domenica prossima allo stadio Angelini nell'ultima giornata col Foggia potrebbe non bastare, visto e considerato lo scontro diretto Aprilia-Arzanese (entrambe sopra il classifica, ndr) e l'impegno balneare dell'Aversa in casa col già retrocesso Gavorrano.
Per la Casertana, sicuramente più forte qualitativamente ma con motivazioni ben inferiori agli ospiti, è bastato pigiare un po' di più sull'acceleratore per realizzare ben 4 reti tutte nel primo tempo. Reazione sterile ed inoffensiva di un Chieti distrutto nello spirito e nel morale che ora vede ormai ad un passo la retrocessione in Serie D, grazie ad una serie horror di 9 gare senza vittoria (ultima 1-0 sull'Aversa Normanna il lontanissimo 16 febbraio scorso, ndr).
Nel primo tempo vantaggio della Casertana al quarto con Agodirin, lesto ad insaccare alle spalle di Robertiello sugli sviluppi di un corner.
Raddoppio al minuto 12 con Mancino, che ben imbeccato dall'autore del primo gol salta un avversario e realizza alle spalle del portiere neroverde.
Il tris è servito alla mezz'ora da Alvino che in diagonale realizza un altro bell'assist di Agodirn. Quest'ultimo, il migliore in campo, in pieno recupero del primo tempo realizza la propria doppietta personale intervenendo su di un tiro-cross velenoso di Mancino per il 4-0 Casertana.
Nella ripresa poco più di un allenamento per i campani con girandola di cambi da una parte e dall'altra che non muteranno storia e punteggio del match.
Con questa sconfitta la Serie D è sempre più vicina per il Chieti, che è scivolato al 15esimo posto a ben 2 lunghezze dai play-out ma soprattutto con ben 4 squadre sopra in classifica a battagliare per gli ultimi 2 posti. Domenica prossima all'Angelini per l'ultima giornata di campionato arriva il Foggia. I satanelli sono già promossi in Lega Pro unica, ma un successo dei neroverdi al 99% non basterà per mantenere la categoria...

TABELLINO
CASERTANA (4-3-3): Fumagalli; Antonazzo, Conti, Idda, Pezzella; De Marco (30'st Cucciniello), Correa (40'st Piscitelli), Chiavazzo; Alvino, Agodirn, Mancino (20'st Bacio Terracino). A disposizione: Vigliotti, Rinaldi, Favetta, Varriale. Allenatore: Ugolotti.
CHIETI (4-4-2): Robertiello; De Giorgi, Terrenzio, Di Filippo, Turi (1'st Quacquarelli); Berardino, Della Penna (21'st Verna), Giorgino, Rossi (16'st De Stefano); Cinque, Guidone. A disposizione: Gallinetta, Bagaglini, Di Properzio, D'Ascoli. Allenatore: Di Meo.
ARBITRO: Salvatore Guarino della sezione di Caltanissetta. Guardalinee: Sangiorgio-Petrone.
NOTE: Presenti sugli spalti circa 1.500 spettatori. Ammoniti: Giorgino, Di Filippo, Fumagalli.
Andrea Sacchini