SERIE B

Pescara Calcio. La scossa di Cosmi: «arrabbiato per alcune situazioni. Rassegnato? Io mai...»

Aglietti vuole approfittare della crisi dei biancazzurri: «Novara possiamo vincere»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3517


PESCARA. Allenamento di rifinutura nell'insolito scenario dello stadio Adriatico per il Pescara, che domani pomeriggio ospiterà il Novara. Ennesima sfida tra deluse di questo campionato con i piemontesi partiti con ben altri obiettivi in estate e costretti a lottare per uscire dalla zona retrocessione. Stagione no anche per i biancazzurri, che proprio al cospetto del Novara cercano gli ultimi punti per ipotecare il discorso salvezza ed affrontare con maggiore serenità le ultime 6 gare di campionato. Di play-off neanche a parlarne, la squadra ha già dimostrato di avere limiti tecnici e caratteriali tali da tirarsi fuori dalla lotta nelle ultime settimane, c'è da allontanare il fantasma dei play-out, che in caso di sconfitta potrebbe addirittura arrivare a soli 4 punti di distanza.
La conferenza stampa della vigilia è stata animata almeno nei concetti espressi dal solito Serse Cosmi condottiero, che squalificato verrà sostituito in panchina dal vice Palazzi: «abbiamo 7 partite da onorare fino in fondo per chiudere questo campionato senza alcun rimpianto. Non stiamo vivendo un buon periodo non sono affatto rassegnato, non lo sono mai stato e non lo sono ora. Sono solo arrabbiato per certe situazioni che si sono venute a creare ultimamente...».
Il riferimento neanche tanto velato è alle critiche della stampa sulla stagione dei biancazzurri e sulle voci di un riavvicinamento di Zdenek Zeman sulla panchina del delfino: «i miei unici interlocutori sono la società ed i tifosi. Il resto lascia il tempo che trova. Nella mia carriera ne ho viste di tutti i colori e sono abituato a tutto».
Sul proseguo del campionato: «bastano un paio di vittorie per tornare in corsa. Iniziamo domani col Novara anche se sarà dura visto l'alto numero di infortunati. È ormai così da settimane e dobbiamo farci l'abitudine. La gara va affrontata nella maniera giusta e sono fiducioso».

AGLIETTI CERCA IL COLPACCIO PER METTERE IL PESCARA NEI GUAI
«Mi aspetto una partita difficile» – ha raccontato nella conferenza stampa della vigilia il tecnico degli ospiti, Alfredo Aglietti – «il Pescara non è in grande forma e viene da un periodo no e noi dobbiamo essere bravi ad approfittarne. Dobbiamo assolutamente fare punti in trasferta perché le partite sono sempre meno e bisogna giocare per ottenere il massimo. La nostra posizione in classifica è precaria e non possiamo fermarci, anche perché dietro corrono perché sono tutti affamati di punti salvezza».
Sul finale di stagione: «nessuna squadra al di là di Palermo e Juve Stabia è fuori da ogni obiettivo. Ci sarà da lottare per tutti fino alla fine e nessuno regalerà nulla. Squadre avanti di 5-6 punti come il Pescara potrebbero essere risucchiate nella lotta per non retrocedere, per questo bisogna fare più punti possibili nelle ultime gare».
Il Novara invece svolgerà questo pomeriggio la rifinitura allo stadio Valle Anzuca di Francavilla al Mare. Mister Aglietti ha convocato 22 giocatori: i portieri Kosicky, Montipò e Tomasig; i difensori Beye (40), Crescenzi, Golubovic, Lambrughi, Nava, Perticone, Ppotouridis e Vicari; i centrocampisti Faragò, Marianini, Pesce, Rigoni e Rocca; gli attaccanti Gonzalez, Josipovic, Lepiller, Manconi, Rubino e Sansovini.
La gara verrà diretta da Maurizio Ciampi della sezione di Benevento. Guardalinee Peretti ed Alassio. Fischio d'inizio domani pomeriggio (venerdì 25 aprile, ndr) alle ore 15,00 allo stadio Adriatico di Pescara.
Andrea Sacchini