Serie B. Cosmi ed il Pescara “Schiavi” di un singolo: «è insostituibile. Senza lui è dura»

In un clima pesante domani i biancazzurri affrontano la Ternana

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2318





PESCARA. Il clima avvelenato e pesante intorno alla squadra dopo la dura contestazione di lunedì ha scosso l'ambiente biancazzurro in vista del delicato match di domani a Terni. Da parte dei tifosi è stato chiesto ai giocatori, ritenuti i maggiori responsabili di una stagione fin qui disastrosa, maggior impegno in vista del finale di stagione. La classifica lascia aperte molte porte in ottica play-off ma è chiaro che con l'atteggiamento di Brescia e Cittadella la strada tracciata è molto corta. Il Pescara deve ritrovarsi soprattutto a livello psicologico, con la mancanza assoluta di veri leader in campo che alla lunga ha penalizzato il lavoro di Marino prima e Cosmi poi.
Sento spesso parlare di mancanza di personalità o uomini spogliatoio – ha raccontato nella consueta conferenza stampa del pre-gara il tecnico biancazzurro – a me non piace parlare dei singoli però purtroppo sono costretto a farlo. Abbiamo perso un giocatore che per caratteristiche tecniche e di personalità un giocatore insostituibile. Sto parlando di Schiavi. Il suo infortunio sapevo che sarebbe stato penalizzante per noi ma non credevo così tanto. Noi purtroppo non abbiamo un giocatore che possa sostituirlo e che abbia le sue stesse qualità nel richiamare i compagni e far salire la squadra.
Non ho partecipato al confronto, ma ho sempre considerato i tifosi un fattore importante. Do molta importanza al comportamento degli ultras che non considero la rovina del calcio. Li considero più come un termometro. Certo a volte si esagera e si va incontro a situazioni negative, ma gran parte degli scandali che ci sono stati (calcioscommesse su tutti, ndr) sono cose ben peggiori. Ho sempre visto il problema ultras come un falso problema. 


Ho parlato con i giocatori – prosegue Cosmi sull'argomento – e molti hanno apprezzato questo comportamento dei tifosi. È una cosa che ci deve far capire che noi tutti siamo in grado di fare molto di più.
Mai fidarsi delle sensazioni che può dare la squadra in una settimana di lavoro. Capita a volte di giocare bene dopo una settimana difficile, altre volte di fare una pessima prestazione dopo diversi giorni di ottime sensazioni in allenamento. Per noi sono stati 3 giorni particolari perché il pareggio col Cittadella è stato mal digerito. C'è da parte di tutti la consapevolezza che le occasioni sprecate aumentano, ma restano ancora tante altre occasioni per rimediare.
In vista del match di domani a Terni resta in dubbio Balzano mentre è recuperato Rossi. Fuori causa Belardi, Schiavi, Milicevic e lo squalificato Maniero.
Andrea Sacchini