Lega Pro. Per il Chieti la vittoria è ormai un tabù. Col Martina altro 1-1 inutile

Di Filippo risponde a Guadalupi ma la salvezza è ormai un miraggio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1355





CHIETI. Il Chieti non riesce più a vincere ed all'Angelini impatta 1-1 anche al cospetto del Martina Franca. Vantaggio degli ospiti al minuto sette con Guadalupi e pareggio al 38esimo con Di Filippo che ha reso la pillola meno amara.
A questo punto della stagione, con due sole gare dal termine della stagione, la classifica si fa sempre più dura per i teatini che occupano l'ultimo posto utile per accedere ai play-out salvezza a pari punti del Sorrento 13esimo (prima delle retrocesse dirette, ndr). La situazione è molto delicata per un Chieti che non vince da tempo immemore (8 match, ndr), con il ruolino casalingo di terzultima forza del torneo con sole 4 vittorie in 16 gare interne. Dopo il doppio esonero di Di Meo prima e De Patre poi, con il ritorno in panchina del primo per queste ultime giornate, la situazione di morale e di classifica della squadra non è affatto cambiata. Segno inequivocabile che il problema non è l'allenatore ma i limiti tecnici e caratteriali di una rosa forse non pronta a giocarsi le proprie carte salvezza fino in fondo. Anche con il Martina Franca è stata gettata alle ortiche l'ennesima ghiotta occasione quantomeno di raggiungere la migliore posizione nella griglia play-out, visto i risultati sorprendenti dagli altri campi con le prime che hanno onorato fino in fondo il campionato non regalando punti a nessuno. Vedasi Teramo, Casertana e Messina vittoriose rispettivamente con Castel Rigone, Aversa Normanna e Sorrento.
Pronti, via e subito il Martina Franca passa in vantaggio. Ottimo spunto di Arcidiacono, palla per Guadalupi che da due passi non sbaglia davanti a Robertiello. Risposta del Chieti al 27esimo con Verna che tutto solo davanti a Modesti spara malamente addosso all'ex portiere dell'Aquila.
Alla mezz'ora prima Ilari si divora il punto dell'1-2, poi Di Filippo al 37esimo fa 1-1. Sugli sviluppi di un corner il difensore neroverde controlla un buon pallone ed insacca alle spalle di Modesti.
Prima del riposo grande chance ancora per il Chieti con Berardino, che si lascia ipnotizzare dalla tempestiva uscita dell'estremo difensore pugliese.
Secondo tempo a tratti imbarazzante con il ritmo sempre bassissimo, tanti falli a spezzare il gioco già scadente di suo delle 2 squadre e molta improvvisazione negli schemi di gioco. L'unica emozione la regala a cavallo della mezz'ora il Chieti con Guidone, che da buona posizione costringe Modesti al difficile intervento. Prima del triplice fischio poi direttamente su calcio di punizione La Selva non sorprende Modesti. I neroverdi hanno chiuso la gara in inferiorità numerica per l'espulsione di La Selva al 90esimo.
Con questo pareggio il Chieti raggiunge i 39 punti in classifica. Dopo la sosta pasquale trasferta sul campo della già promossa Casertana.

TABELLINO
CHIETI (4-3-1-2): Robertiello; De Giorgi, Terrenzio, Di Filippo, Turi; Verna (33'pt Piccinni), Rossi, Giorgino; Berardino (23'st De Stefano); Guidone, Cinque (28'st La Selva). A disposizione: Gallinetta, Bagaglini, Di Properzio, Malcore. Allenatore: Di Meo.
MARTINA FRANCA (4-2-3-1): Modesti; Kalombo, De Lucia, Zammuto, Zampano; Provenzano (31'st Masini), Gai; Guadalupi, Ilari (43'st Petrilli), Arcidiacono; Montalto. A disposizione: Leuci, Camassa, Aperi, Diop, Lescano. Allenatore: Napoli.
ARBITRO: Piccinini della sezione di Forlì. Guardalinee: Bellagamba-Camillucci.
NOTE: Presenti sugli spalti circa mille spettatori. Ammoniti: Terrenzio, Piccinni, Zampano, Provenzano. Espulso: 45'st La Selva.
Andrea Sacchini