SERIE B

Pescara Calcio. Oggi si cerca il riscatto col Cittadella. Cosmi medita rivoluzioni

Foscarini mette in guardia i suoi: «troveremo un Pescara arrabbiato»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2477







PESCARA. Serve una reazione immediata, perché più che un risultato positivo il Pescara è alla dannata ricerca di una prestazione importante per posare l'immenso polverone alzato dopo il disastro di Brescia. L'obiettivo dei biancazzurri non è dei più semplici considerato il delicato momento attuale. Col Cittadella occorre vincere e convincere, come ammesso nella consueta conferenza stampa pre-gara di Serse Cosmi.
Di certo ci saranno parecchie novità nello schieramento di partenza dei biancazzurri, con l'oramai consolidato 3-4-2-1 che potrebbe essere modificato dal primo minuto con l'inserimento di Brugman in posizione di finto trequartista. Possibile chance dal primo minuto per Maniero, decisamente in condizioni fisiche migliori rispetto allo Sforzini delle ultime settimane, mentre a centrocampo nel mezzo potrebbe finalmente essere concessa una chance a Nielsen. Il danese è in ballottaggio con Bovo e Rizzo per 2 maglie da titolari. Sempre che Cosmi decida di cambiare numeri ed interpreti per lanciare il proprio assalto ad un Cittadella quasi spacciato fino a dieci giorni fa ed ora rinvigorito dall'incredibile successo quasi in extremis sabato in casa con la corazzata Siena.
Il tecnico del Pescara ha convocato i portieri Agresta, Pelizzoli e Svedkauskas; i difensori Balzano, Bocchetti, Capuano, Cosic, Karkalis, Salviato, Zauri e Zuparic; i centrocampisti Bovo, Brugman, Di Francesco, Nielsen, Ragusa e Rizzo; gli attaccanti Caprari, Cutolo, Maniero, Politano e Sforzini.

DOPO SIENA, FOSCARINI SOGNA UN'ALTRA IMPRESA DEL SUO CITTADELLA
In casa Cittadella dopo la vittoria regala speranza di sabato con il Siena, Claudio Foscarini sogna un'altra impresa: «la vittoria contro il Siena significa tanto, era di vitale importanza. Sabato avevamo solamente un risultato, l’abbiamo preparata bene e ho visto lo spirito giusto. Coralli e Pierobon? Ci possono dare in questo momento, non è un caso che siano stati decisivi».
«Troveremo una squadra arrabbiata dopo la sconfitta di Brescia, ma non possiamo fare certi ragionamenti, punti ne dobbiamo prendere ovunque. E ci proveremo anche all’Adriatico» – chiude l'allenatore del Cittadella al portale padovagoal.it – «mancano nove partite, al momento è difficilissimo prevedere cosa possa accadere, né se possano essere risucchiate altre squadre oltre a noi, al Novara, al Padova e alla stessa Reggina».
Mister Claudio Foscarini ha convocato i portieri Pierobon e Fasolo; i difensori Gasparetto, Pelizzer, Scaglia, Alborno, Marino e Coly; i centrocampisti Jidayi, Colombo, Lora, Di Donato, Rigoni e Busellato; gli attaccanti Piscitella, Djuric, Azzi, Surraco, Coralli e Perez. Restano a casa Di Gennaro, De Leidi, Donnarumma, Pecorini e Pugliese. Out per squalifica anche Paolucci.
Pescara-Cittadella verrà diretta da Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo. Guardalinee Damiano Di Iorio e Rodolfo Di Vuolo. Calcio d'inizio questo pomeriggio alle ore 15,00 allo stadio Adriatico Cornacchia di Pescara.

PROBABILI FORMAZIONI
PESCARA (3-4-1-2): Pelizzoli; Zauri, Cosic, Capuano (Bocchetti); Salviato, Nielsen, Bovo, Ragusa; Brugman; Maniero (Sforzini), Caprari. Allenatore: Cosmi.
CITTADELLA (4-2-3-1): Pierobon; Colombo, Scaglia, Pellizzer, Alborno; N.Rigoni, Busellato; Surraco, Lora, Piscitella; Coralli. Allenatore: Foscarini.

Andrea Sacchini