SERIE B

Virtus Lanciano. Baroni contro il suo passato: «Siena grande squadra ma noi senza paura»

I toscani sono favoriti ma Beretta non crede ad un Lanciano in crisi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1377




LANCIANO. È il momento della svolta per la Virtus Lanciano dopo 3 sconfitte consecutive condite soprattutto da prestazioni ben al di sotto delle proprie possibilità. Il riscatto si chiama Siena e la trasferta, valori tecnici alla mano, non è delle più agevoli per i rossoneri che potrebbero però giovare dalla mancanza di eccessive pressioni visto il pronostico tutto a favore dei toscani. Anche i bianconeri però, dopo una lunga serie di risultati utili consecutivi, sabato sono incappati in un'incredibile sconfitta a Cittadella con un rigore fallito sul groppone e la disattenzione difensiva fatale in occasione del gol vittoria dei veneti.
Entrambe le formazioni sono a caccia di punti preziosi per consolidarsi in zona play-off e riprendere quel cammino vincente interrotto bruscamente con le ultime sconfitte.
Siena rappresenta un ostacolo difficile ma il mister frentano, grande ex della contesa, conosce molto bene l'ambiente bianconero dopo aver lavorato nelle giovanili dal 2007 al 2010 prima di diventare allenatore della Primavera della Juventus: «a Siena ho ottimi ricordi e sono stato veramente bene. È stata un'esperienza estremamente formativa che mi ha aiutato a crescere. Ora andrò da avversario e come tutta la squadra abbiamo grande voglia di fare bene».
«Sappiamo che è un campo molto difficile» – prosegue Baroni – «giochiamo contro una squadra ricca di giocatori di talento che sono e meritano la categoria superiore. Il Lanciano però non deve farsi intimorire e non dobbiamo scendere in campo spaventati. Dobbiamo giocare come sappiamo, cercando di ritrovare quello spirito Virtus e di compattezza che ha caratterizzato tutta questa stagione». 

Il momento degli abruzzesi non è dei migliori: «è naturale che in questo momento salgano all'occhio le nostre ultime sconfitte, anche se, per quanto riguarda le prestazioni, ritengo che ci sia stato solo il secondo tempo di Padova bruttissimo. Sabato scorso contro il Modena non siamo riusciti ad essere all'altezza di una squadra che in questo momento sta facendo benissimo, con un potenziale d'attacco non indifferente. Non siamo riusciti ad ottimizzare le occasioni che comunque abbiamo avuto, soprattutto nel primo tempo».
«Ora bisogna ripartire cercando il risultato e una prestazione importante» – chiude il tecnico dei frentani – «con coraggio e senza abbatterci. Stiamo facendo un campionato importante, ma questo non deve costituire un alibi. Dobbiamo ritrovare attenzione, convinzione. Noi in questo momento dobbiamo ritrovare la rabbia, la convinzione e la determinazione per non buttare via un campionato straordinario».
I rossoneri sono partiti ieri in mattinata alla volta di Siena dove nel pomeriggio la squadra ha effettuato l'allenamento di rifinitura. Il tecnico Marco Baroni ha convocato i portieri Aridità, Branescu e Sepe; i difensori Amenta, Aquilanti, De Col, Ferrario, Mammarella e Troest; i centrocampisti Buchel, Casarini, Di Cecco, Germano, Minotti, Paghera e Vastola; gli attaccanti Comi, Falcinelli, Piccolo, Thiam e Turchi.

BERETTA NON SI FIDA DELLA CRISI DEL LANCIANO E CONVOCA 23 GIOCATORI
Alla vigilia ha parlato anche il tecnico del Siena, Mario Beretta, che ha messo in guardia i suoi dal pericolo Lanciano: «Io dico che se una squadra come il Lanciano, dopo trentatre partite, si trova nei play-off è perché sta facendo qualcosa di straordinario e di certo queste ultime sconfitte non pregiudicano nulla. Non bisogna sminuire quello che stanno facendo che, ripeto, è qualcosa di straordinario. Ci possono state le sconfitte ma la loro è una squadra che ha sempre fatto bene e per noi domani sarà una partita molto difficile».
«Ho chiesto ai miei ragazzi la stessa mentalità vista fino ad ora, pensare partita dopo partita» – chiude Mario Beretta al sito calcionews24 – «è chiaro che ho la fortuna di avere dei ragazzi intelligenti, guardano anche loro la classifica. In cuor loro hanno anche la voglia, come tutti noi, di fare qualcosa di importante. La cosa che ho chiesto a tutto l'ambiente è di non mettere pressioni perché sarebbe deleterio».
Ieri allenamento di rifinitura anche per il Siena, con mister Beretta che ha convocato per il match di oggi pomeriggio i portieri Bucuroiu, Farelli e Lamanna; i difensori Angelo, Belmonte, Ceccarelli, Dellafiore, Feddal, Matheu e Morero; i centrocampisti Giacomazzi, Pulzetti, Schiavone, Spinazzola, Valiani e Vergassola; gli attaccanti Cappelluzzo, Fabbrini, Rafa Jordà, Rosina, Rossetti, Scapuzzi e Thomas.
Siena-Virtus Lanciano verrà diretta dall'esperto Luca Pairetto della sezione di Nichelino. Guardalinee Stefano Alaissio e Filippo Valeriani. Calcio d'inizio oggi alle ore 15,00 allo stadio Franchi-Montepaschi Arena di Siena.

PROBABILI FORMAZIONI
SIENA (3-4-3): Lamanna; Belmonte, Giacomazzi, Dellafiore; Angelo, Valiani, Pulzetti, Spinazzola; Fabbrini, Rosina, Rosseti. Allenatore: Beretta.
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Sepe; Aquilanti, Ferrario, Amenta, Mammarella; Paghera, Minotti, Vastola; Turchi, Comi, Piccolo. Allenatore: Baroni.
ARBITRO: Luca Pairetto.
Andrea Sacchini