SERIE B

Pescara Calcio. Balzano respinge le critiche e contrattacca: «ne usciremo fuori come sempre»

Per il Cittadella recuperato Capuano al massimo per la panchina. Out Mascara

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1708




PESCARA. Acque molto agitate in casa Pescara dopo il naufragio completo di sabato scorso a Brescia. Se l'allenamento promosso al Poggio al mattino presto rappresenta ormai una pratica comune, su tutti si ricordano la convocazione alle 8 e mezza del mattino di Conte nel post Hellas Verona-Juventus terminata 2-2 e quella di Sinisa Mihajlovic dopo il ko 2-0 in casa della Lazio questa domenica, non si può dire la stessa cosa dei toni utilizzati da Serse Cosmi. Il tecnico umbro dopo le doverose scuse ai tifosi per la prestazione sicuramente più brutta dell'anno ha puntato il dito sulla squadra, rea in settimana di aver tenuto un atteggiamento tutt'altro che consono all'importanza della partita col Brescia. Si può perdere, anche per 3-0, ma non in quel modo. Tra le tante possibili cause di una prova “squallida”, così definita dallo stesso Cosmi nel post gara, si è pensato ad un fatto fisico o peggio ancora mentale.
«Da inizio campionato è già successo purtroppo altre volte» – ha dichiarato Antonio Balzano, che da capitano ha voluto puntualizzare alcune situazioni – «e non riusciamo a darci una spiegazione di quello che è successo. Ogni volta che abbiamo avuto delle difficoltà però siamo sempre usciti fuori, con Marino facendo 10 risultati utili consecutivi dopo un brutto periodo e poi con l'arrivo di Cosmi. Vogliamo riscattarci ed abbiamo tutte le possibilità per farlo sabato con il Cittadella».
Nell'allenamento di questa mattina era assente (giustificato, ndr) Serse Cosmi. Hanno lavorato in gruppo Di Francesco, Capuano e Pelizzoli, con il difensore che difficilmente verrà rischiato dal primo minuto. Molte chance in più per il portiere vista e considerata l'indisponibilità certa per sabato di Belardi. Con il Cittadella mancherà anche Mascara, squalificato per un turno dal giudice sportivo. La suo posto ballottaggio a 3 tra Nielsen, Rizzo e Bovo. Nel Cittadella per lo stesso motivo non ci sarà Andrea Paolucci.
Andrea Sacchini