Lega Pro. Un altro pari che non serve al Chieti. A Gavorrano finisce soltanto 2-2

Teatini avanti e poi rimontati. Almeno Guidone al 90esimo strappa un punto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1424





GAVORRANO. Cambia il tecnico ma non i risultati per il Chieti che non riesce ad andare oltre il 2-2 sul campo del già virtualmente retrocesso Gavorrano. Teatini in vantaggio nel primo tempo al minuto 43 con Guidone. Nella ripresa succede di tutto con i toscani che ribaltano il punteggio tra il 19esimo ed il 37esimo con Tempesti e Matteo Caciagli, il rosso a Gaeta ed il pari definitivo di Guidone al secondo di recupero.
Nonostante un punto strappato a tempo quasi scaduto, c'è grande amarezza in casa Chieti con la vittoria che oramai manca da ben 7 turni. Non ha giovato dunque il cambio in panchina con il ritorno di Pino Di Meo, con i limiti dei neroverdi sempre grandissimi soprattutto in difesa.
Approccio alla gara decisamente migliore dei padroni di casa, nonostante una classifica ormai disperata. Al nono tentativo di Malatesta ma Robertiello è attento. Al quarto d'ora direttamente su calcio di punizione Guitto esalta i riflessi dell'estremo difensore abruzzese.
Prima risposta Chieti al 19esimo con Rossi che non sorprende Forte. 3 minuti dopo colpo di testa di Malatesta che complice una deviazione di un difensore teatino non inquadra lo specchio.
Al 43esimo un po' a sorpresa per l'andamento dei primi 45 di gioco il Chieti passa in vantaggio. Papera clamorosa di Forte che non trattiene il pallone calciato da La Selva e da 2 passi Guidone non sbaglia.
Nella ripresa è il Chieti subito a fare la partita nel tentativo di chiudere la stessa. Subito in avvio sugli sviluppi di un corner Giorgino spara sul fondo da posizione più che privilegiata. Al settimo Forte dopo l'errore sull'1-0 si riscatta chiudendo lo specchio della porta a Berardino lanciato a rete.
Al 16esimo la più ghiotta occasione degli ospiti per il 2-0. Dal limite destro ad incrociare di Guidone e palla che colpisce la traversa.
Gol mangiato gol subito, al 19esimo il Gavorrano perviene al pareggio. Dalle retrovie lancio lungo per Tempesti che beffa la distratta retroguardia teatina ed infila Robertiello.
Al 27esimo la gara del Chieti è ancora più in salita. Per proteste e successivo parapiglia per un pallone non ridato, cartellino rosso per Gaeta.
I toscani ne approfittano al 38esimo infilando per la seconda volta il portiere neroverde. Da oltre 25 metri Metteo Caciagli indovina il jolly e porta i suoi sul 2-1.
Nel finale però reazione d'orgoglio del Chieti che trova il definitivo pareggio sugli sviluppi di un calcio d'angolo con Guidone.
Con questo pareggio il Chieti è salito a 38 punti in classifica, a 2 lunghezze dalla salvezza diretta ma con un solo punto di margine dalla Serie D. Classifica comunque cortissima con ben 11 formazioni impelagate nella zona bassa. Domenica prossima all'Angelini sfida da dentro o fuori con il Martina Franca, undicesimo insieme ai neroverdi.


TABELLINO
GAVORRANO (4-3-1-2): Forte; Mazzanti, Miano, Fatticcioni, Ropolo; S. Caciagli, M. Caciagli, Bianchi (17'st Tempesti); Guitto; Santini, Malatesta (33'st Bianconi). A disposizione: Scarfagna, Esposito, Lucarelli, Fossati, Cretella. Allenatore: Cacitti.
CHIETI (4-2-3-1): Robertiello; Bagaglini, Dascoli, Di Filippo, De Giorgi; Della Penna, Giorgino (23'st Gaeta); La Selva (13'st Piccinni), Rossi, Berardino (32'st De Stefano); Guidone. A disposizione: Gallinetta, Turi, Di Properzio, Quacquarelli. Allenatore: Di Meo.
ARBITRO: Perotti della sezione di Legnano.
NOTE: Presenti sugli spalti circa 200 spettatori. Ammoniti: Mazzanti, M. Caciagli, Bagaglini, Giorgino, Dascoli. Espulso: Gaeta al 27'st.
Andrea Sacchini