BASKET

La Proger Chieti fa visita al Mantova. Roseto impegnato col forte Matera

Le due abruzzesi di DNA silver cercano punti preziosi per i play-off

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2173





ABRUZZO. Dopo il rigenerante successo casalingo contro la Bawer Matera, seconda forza del Campionato, la Proger fa visita ad un’altra inquilina del gruppone delle seconde: la Dinamica Mantova, che domenica scorsa ha perso a Recanati (79-72) dopo 5 successi in fila. Si tratta di una riedizione dell’incredibile gara-5 playout della D.N.A 12/13, che le Furie riuscirono a vincere al PalaBam per 79 a 85 ribaltando lo 0-2 di partenza nella serie e staccando il biglietto per la nuova Silver. Evidentemente è destino che nell’impianto mantovano la Proger debba sempre a giocarsi gare importantissime. Anche domenica, infatti, in caso di vittoria per gli abruzzesi c’è in palio mezzo biglietto playoff, che anzi diventerebbe biglietto intero se contemporaneamente la Modus Roseto dovesse perdere a Matera.
Insomma, quasi un altro spareggio (anche se Mantova è già sicura dei playoff vuole tenersi stretta la seconda posizione) come evidenzia coach Bartocci: “I ragazzi sono consapevoli che ci stiamo preparando per una gara chiave in ottica playoff. Abbiamo affrontato una settimana di lavoro intenso e dovremo andare sul campo con grande concentrazione e la giusta mentalità per provare ad avere la meglio su una squadra che sta ampiamente meritando il 2° posto che occupa. Noi cercheremo di non pensare a chi abbiamo davanti, ma focalizzare l’attenzione su cosa rappresenta per noi questa gara. Dal punto di vista tattico – riferisce il coach casertano – bisognerà limitare la grande qualità che gli Stings hanno sul perimetro, dove possono contare su diversi giocatori con punti nelle mani, facendo fronte contemporaneamente al grande atletismo di cui dispongono sotto i ferri. Questa doppia pericolosità rende ancora più ostica questa partita. Alla luce di ciò inutile sottolineare che la difesa sarà fondamentale”.
Lo staff medico guidato dalla dottoressa Lucia Ottaviano segnala qualche problema articolare per Marco Passera, che si è fermato giovedì mattina. Per lui manipolazioni osteopatiche che si spera possano farlo ristabilire in tempo. Per l’ultima maglia disponibile solito ballottaggio Diomede-Gialloreto, che fino ad ora ha visto sedere in tribuna due volte il primo ed una il secondo.
Previsto un pullman di tifosi ed alcune auto private al seguito dei biancorossi.
All’andata al PalaTricalle era andata in scena forse la più brutta prestazione stagionale delle Furie, che avevano ceduto il campo perdendo 54-72 senza quasi mai impensierire i lombardi (CH: Shaw 15, MN: Jefferson 24).
Arbitreranno i signori: Cappello di Porto Empedocle (AG), Percivalle di Gugliasco (TO) e Biasini di Veroli (FR).

ROSETO IMPEGNATO CON IL FORTE BAWER MATERA
Avversari della 28^ giornata di Adecco Silver, sono i lucani della Bawer Matera, posizionati in terza posizione con 30 punti, 6 in più proprio del Roseto. Squadra che da anni è nell’élite delle minors italiane, soprattutto la DNA ( ora Silver ), con società molto solida e ambiente locale ( si gioca al PalaSassi ) capace di surriscaldarsi un amen. Matera lo scorso anno ha raggiunto la finale play-off, uscendo sconfitta poi nella sfida con Torino in un secco 3-0, ma disputando un eccellente campionato e dando dimostrazione per larghi tratti di grande basket. Seppur è stata sempre nelle zone che contano maggiormente della classifica, l’Olimpia Matera ha ultimamente perso un po’ di smalto, che l’ha contraddistinta tra dicembre e febbraio, inanellando una vittoria dietro l’altra, ed infatti ce la ricordiamo benissimo la gara d’andata, giocata al PalaMaggetti il 22 dicembre scorso, quando i lucani sbancarono con autorità il palasport rosetano con il roboante punteggio di 73-96, con 22 di Sowell sponda Sharks e 25 di Austin per Matera. In media Matera segna 80,4 punti, quindi attacco molto solido e spettacolare, ma ne subisce 75, un po’ troppi forse per una che vuole recitare un ruolo da protagonista nel campionato.
Il coach è il confermatissimo Giovanni Benedetto, reggino di nascita, da parecchi anni sulla panchina della Bawer e allenatore espertissimo. Piccola curiosità: il nostro Di Biase , vice di Trullo, è stato l’assistente allenatore proprio del coach lucano nella sua esperienza ad Atri. Il quintetto dovrebbe essere composto dall’ex Scafati Carlo Cantone ( 8 punti e quasi 4 assist di media ) in cabina di regia, gli altri due esterni saranno i due USA, Anthony Jones, che viaggia a quasi 18 punti e il 51% dal campo, e Kyle Austin, che aggiunge 18 punti e oltre 6 rimbalzi, mentre sotto le plance agiranno l’ex Veroli Massimo Rezzano, oltre 10 di media, e il napoletano Antonio Iannuzzi, uno dei migliori lunghi del campionato con quasi 13 punti e 9 rimbalzi; dalla panchina, coach Benedetto utilizza moltissimo l’oriundo Sebastian Vico, che segna quasi 10 punti, oltre al lungo Maganza e all’ex Chieti Bolletta, mentre Toscano e Sacco sono poco impiegati.