POLITICA

L’Aquila, proposta Blundo al Governo: «6 aprile giornata di memoria nazionale»

Si avvicina il tragico anniversario del sisma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1855





L’AQUILA. La senatrice del Movimento 5 Stelle, Enza Blundo, ha chiesto al Governo di riservare al 6 aprile, in occasione del quinto anniversario del terremoto, una Giornata di Memoria Nazionale.
«L’iniziativa», sostiene la senatrice, «avrebbe un grande valore simbolico e rappresenterebbe una concreta dimostrazione di rispetto per quello che gli Aquilani hanno vissuto in quella tragica notte e in questi cinque anni, molto più di un concerto organizzato a Roma al quale i cittadini non potranno neanche essere presenti, ad eccezione dei loro rappresentanti politici che fino ad oggi hanno deciso al loro posto».
Blundo ha richiesto sin da maggio 2013 l'istituzione di una Commissione d'Inchiesta sulle problematiche connesse alla ricostruzione e sulla gestione dei fondi, «ma il documento si è inspiegabilmente arenato in Commissione Ambiente, nonostante le svariate sollecitazioni fatte nella Conferenza dei Capigruppo».
«Ho anche inviato contestualmente» - aggiunge la senatrice - «una lettera al sindaco Cialente per chiedere la proclamazione del lutto cittadino, richiesta che avevo già fatto tre anni fa , respinta senza valutare una procedura di intesa con la Prefettura a seguito di una delibera dell'Amministrazione Comunale, che auspico ora venga tempestivamente predisposta . Credo che questo sia un atto dovuto di fronte al dolore ancora vivo di chi ha vissuto un terremoto di magnitudo 6.3 che ha distrutto vite, abitazioni, sogni ed è stata definita una strage di Stato. Il calvario degli Aquilani ha bisogno di risposte urgenti e di rispetto ed è proprio in occasioni come quella di un’ imminente ricorrenza che le Istituzioni devono dimostrare con serietà e concretezza la propria vicinanza», conclude Blundo.