CALCIO

Champions League. Stasera Verratti sfida Mourinho. Ibrahimovic: «Marco talento mondiale»

Alla vigilia Ibra tesse le lodi dell'ex Pescara: «a lui l'esperienza non serve...»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

11488






PARIGI. Il suo Psg questa sera in casa col Chelsea si gioca buona parte delle proprie chance di approdare alle semifinali di Champions League, ma Marco Verratti intanto ha già incassato i complimenti (ennesimi, ndr) di un campione già affermato come Zlatan Ibrahimovic. L'ex centravanti di Milan ed Inter nella conferenza stampa della vigilia, tra le tante domande dei cronisti, ha definito il folletto di Manoppello “un giocatore già di classe mondiale”. Parole che faranno piacere al Verratti nazionale, che a suon di prestazioni sontuose ha conquistato Parigi e la Francia ma non ancora la piena fiducia del commissario tecnico Cesare Prandelli, che nelle ultime gare degli azzurri ha preferito fare altre scelte dal primo minuto ed a gara in corsa. Mai una polemica con l'Italia però per Verratti, che a meno di clamorose scelte di Prandelli il Mondiale brasiliano lo farà da protagonista o da comprimario (non per demeriti suoi, ndr).
«L'esperienza in competizioni come la Champions League è molto importante e da un vantaggio prezioso a chi ce l'ha» – ha raccontato in conferenza stampa Zlatan Ibrahimovic, focalizzando poi l'attenzione sul genio di Verratti – «noi abbiamo giocatori che la coppa l'hanno vinta ed altri come Marco ai quali più che l'esperienza basta scendere in campo e giocare come sanno. Lui è un giocatore di classe mondiale ed in campo sembra non aver bisogno di tutta questa esperienza».
Parole, non le prime e nel tempo non solo di Ibrahimovic, che si aggiungono ai tanti elogi piovuti sul giovane centrocampista abruzzese, che non fa fatica a ritagliarsi uno spazio nella squadra degli sceicchi ma che trova qualche difficoltà di troppo ad affermarsi in Nazionale. Verratti questa sera (calcio d'inizio ore 20,45) sfiderà Mourinho anche per far ricredere Cesare Prandelli, che in questi mesi al di là delle dichiarazioni di facciata ha più volte trascurato l'ex gioiellino biancazzurro. Verratti, che nelle ultime settimane ha dovuto fare i conti con un fastidioso infortunio, dovrebbe partire dalla panchina per poi essere impiegato a gara in corso.
Andrea Sacchini