SERIE B

Virtus Lanciano. I 5 schiaffi di Padova fanno malissimo. Baroni: «sbagliato porsi obiettivi»

Il secondo ko di fila apre interrogativi in chiave play-off:

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1872





LANCIANO. I cinque schiaffi rimediati a Padova fanno male per la classifica e rispecchiano un atteggiamento non da Virtus dimostrato dai rossoneri.
Condizione psico-fisica mediocre o meno anche il tecnico Marco Baroni nel post partita non ha voluto trovare alibi per la prestazione peggiore della Virtus di quest'anno, che ha approcciato male l'incontro e concluso lo stesso ancora peggio, regalando tutto il secondo tempo ad una squadra piena di difficoltà tecniche ed ambientali.
Gli abruzzesi sono tornati dalla trasferta di Padova forse ridimensionati, con i play-off mai così lontani da inizio campionato. L'obiettivo è sempre stato quello di una salvezza il più tranquilla possibile, ma dopo il buon pareggio di Terni la squadra ha sepolto le armi da battaglia e si è seduta regalando 3 punti facili facili a Crotone prima e Padova poi.
«Abbiamo regalato la partita perché eravamo stanchi mentalmente e fisicamente» – ha dichiarato l'allenatore del Lanciano, Marco Baroni – «la prestazione non è stata giudicabile. È impossibile reggere a questi ritmi per 3 partite di fila in una settimana. Abbiamo iniziato bene ma poi ci siamo persi. Questa sconfitta seppur molto pesante può essere presa come una battuta d'arresto salutare in vista del futuro e della fine del campionato».
A lungo termine forse è meglio non porsi obiettivi: «siamo stati costruiti per raggiungere la salvezza. Questo non vuol dire che ora dobbiamo fermarci, ma il Padova ha dimostrato che ogni partita è difficile e non c'è nulla di scontato».
Urge una scossa immediata per i frentani, che non possono assolutamente gettare alle ortiche nei restanti 3 mesi di campionato tutto il buono fatto da agosto ad oggi. La squadra riprenderà gli allenamenti oggi in vista del match interno di sabato al Biondi contro il Modena.
Andrea Sacchini