LEGA PRO

Il Chieti non c'è più. Il Tuttocuoio vince 2-1: incubo play-out molto vicino

Quarto ko di fila per i neroverdi: urge un cambio di rotta immediato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1471





PONTEDERA. Il Chieti fallisce la prova del riscatto e cede 2-1 a Pontedera sul campo del Tuttocuoio. Vantaggio degli abruzzesi al 36esimo del primo tempo con Guidone. Nella ripresa risultato capovolto con le marcature di Zane e Falivena rispettivamente al settimo e 47esimo minuto.
Sconfitta pesantissima per i neroverdi ottenuta in rimonta dopo l'iniziale vantaggio che aveva un po' illuso l'ambiente teatino sulle chance di annullare la striscia di 3 sconfitte consecutive. Al termine invece di una prestazione grigia è arrivato il quarto ko di fila, che ha messo ancora più in crisi la salvezza diretta, con la zona play-out ormai realtà quasi acquisita. Non gira nulla per il meglio agli uomini di Tiziano De Patre, che nelle ultime settimane hanno perso punti e soprattutto certezze in vista del rush finale del torneo.
La prima azione degna di nota è del Tuttocuoio al quarto d'ora con Ferrari, che ben imbeccato da un compagno di testa costringe il portiere Robertiello al difficilissimo intervento.
Il Tuttocuoio fa circolare meglio il pallone ma è il Chieti a passare in vantaggio al minuto 36 con Guidone, che di testa è il più lesto di tutti ad insaccare sugli sviluppi di un calcio d'angolo.
Nella ripresa partono forte gli uomini di De Patre che al secondo sfiorano il raddoppio. Gaeta trova il corridoio giusto per Guidone che a tu per tu col portiere ospite lo supera ma trova l'intervento decisivo sulla linea di Balde.
Da questo momento in poi i teatini spariscono dal campo e col passare dei minuti cedono terreno ed iniziativa ai padroni di casa, che trovano il pari al minuto 7 con Zane, che dal limite col destro fa secco Robertiello. Qualche buona chance per il 2-1 del Tuttocuoio che si materializza in pieno recupero. Falivena di testa da 2 passi, dopo una traversa al minuto 39 di Di Giuseppe, insacca e mantiene apertissima la crisi di risultati e prestazioni dei neroverdi.
Con questo ko il Chieti resta inchiodato a 35 punti in classifica, a meno 4 dalla salvezza diretta.
Domenica prossima per i teatini gara difficilissima all'Angelini contro la capolista Cosenza, che potrebbe giocare la partita anche con un furore agonistico minore del solito considerata la salvezza ormai raggiunta.

TABELLINO
TUTTOCUOIO (4-3-1-2): Bacci; Arvia, Falivena, Balde, Cacelli ; Zane, Pane (17'st Giannattasio), Salzano; Rosati (22'st Catanese); Ferrari, Cherillo (31'st Di Giuseppe). A disposizione: Morandi, Colombini, Carroccio, Mariani. Allenatore: Alvini.
CHIETI (4-4-2): Robertiello; De Giorgi (20'st Turi), Terrenzio, Dascoli, Di Filippo; Rossi, Della Penna, Giorgino, Berardino (16'st Cinque); Guidone, Gaeta (28'st Verna). A disposizione: Gallinetta, Bagaglini, Di Properzio, De Stefano. Allenatore: De Patre.
ARBITRO: D'Angelo della sezione di Ascoli Piceno.
NOTE: Ammoniti: Salzano, Giannattasio, Di Filippo, Turi. Presenti sugli spalti circa 600 spettatori.
Andrea Sacchini