BASKET

Derby amaro per il Roseto. Sorride solo il Chieti 80-73

Incredibile l'affluenza di pubblico: in 2.500 sugli spalti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2367





CHIETI. Derby amaro per la Modus FM Roseto, che cade sul parquet del PalaLeombroni a Chieti, con quest’ultima che grazie al successo sugli Sharks li aggancia in classifica a quota 24 punti. Davanti ad una cornice di pubblico da categorie superiori, oltre 2400 gli spettatori con oltre 500 venuti da Roseto, gli Sharks si presentano al gran completo, con Genovese e Ricci arruolabili, mentre Chieti recupera all’ultimo Deloach e Di Emidio; alla palla a due i due allenatori si presentano con i soliti starting five, Passera-Deloach-Raschi-Shaw e Soloperto da una parte, Stanic-Legion-Marini-Leo e Bisconti dall’altra. Inizio di gara con gli attacchi che faticano ad emergere e con le difese attente ad ogni minuzioso dettaglio: al 5° minuto si è sul 7-6 con un canestro di Alex Legion (il migliore in casa Sharks con 22 a referto), ma da quel momento si accende la coppia Deloach-Soloperto che spinge i suoi sul +6 a fine quarto (18-12), con Legion su tutti per gli Sharks, autore di 8 punti e principale punto di riferimento in casa Roseto.
Nei secondi 10 minuti, cresce l’intensità in campo con break da ambo le parti, Comignani dopo la tripla prende tecnico con Legion che capitalizza a metà dalla lunetta: al 15° si è sul 28-24, ma subito, dopo un time-out di coach Bartocci, riparte la truppa teatina, con Raschi che cresce minuto dopo minuto e break maturato grazie anche ad una difesa di ferro capace di concedere soli 12 punti agli Sharks negli ultimi 6 minuti di quarto; coach Trullo le prova tutte, mettendo in campo contemporaneamente anche Bisconti, Metreveli e Genovese, e alzando notevolmente il quintetto, ma è una tripla allo scadere di Raschi a dare il massimo vantaggio ai padroni di casa sul 46-34.
Avvio di ripresa che comincia sulla falsariga del primo periodo, ovvero con canestri che tardano ad arrivare: Roseto prova a scardinare la difesa teatina con giochi in area pitturata, grazie a Bisconti, ed al 25° il tabellone recita 48-41; Chieti attacca malissimo, con Shaw che combina disastri su disastri in “zone offense”, mentre la Modus FM rosicchia ancora qualche punticino e si porta sul meno 6 a fine parziale, 54-48. Nell’ultimo e decisivo parziale Trullo le prova tutte, rimettendo dentro i “big”; nei primi cinque minuti di periodo si segna veramente con il contagocce, con palle perse a iosa, anche se il divario è sempre di cinque miseri punti tra le due compagini al 35° (59-54); Roseto non riesce più a rientrare, e i biancorossi con Passera e Cardillo mettono i titoli di coda al match, costringendo gli Sharks alla sua terza sconfitta esterna consecutiva, dopo Casalpusterlengo e Nord Barese; il match si chiude 80-73, con i padroni di casa che si issano a quota 24, piazzandosi nella stessa posizione dei biancazzurri, con il 2-0 a favore negli scontri diretti. Nel prossimo turno, domenica 23 marzo 2014, gli Sharks torneranno al PalaMaggetti ospitando la capolista Agrigento in un match importantissimo, con Roseto subito pronto al riscatto, dopo la sconfitta amara nel derby d’Abruzzo.

PROGER CHIETI – MODUS FM ROSETO 80-73 (18-12, 28-22, 8-14, 26-25 )
CHIETI: Bini n.e., Gialloreto 6, Comignani 7, Raschi 11, Di Emidio , Passera 19, Cardillo 8, Deloach 12, Soloperto 8, Shaw 9 All. Bartocci
ROSETO: Sowell , Legion 22 , Zaharie 2 , Stanic 10, Leo , Genovese 15 , Marini 4 , Ricci 2 , Bisconti 7 , Metreveli 11 All. Trullo
NOTE: Chieti tiri da due 17/42 , tiri da tre 8/17 , tiri liberi 22/33 , rimbalzi 29 ( 9 offensivi ); Roseto tiri da due 18/31 , tiri da tre 8/25 , tiri liberi 13/20, rimbalzi 35 ( 9 offensivi )
USCITI PER 5 FALLI: Soloperto (Chieti), Legion (Roseto), Bisconti (Roseto)
ARBITRI: Ciano Eduardo, Gasparri Michele, Capotorto Gianluca
SPETTATORI: 2450