SERIE B

Virtus Lanciano. Amarezza di Bari da lasciare alle spalle. Baroni: «arbitri? Non voglio alibi»

Sabato al Biondi arriva il Novara. Out Mammarella e Piccolo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1442





LANCIANO. L'amarezza per il ko di Bari, immeritato dopo un primo tempo ricco di occasioni da gol create, in casa Virtus Lanciano non è stata ancora completamente metabolizzata e si guarda con concentrazione e determinazione alla gara di sabato al Biondi con il Novara. I piemontesi, nonostante una classifica sorprendente in maniera negativa, hanno una rosa fatta di elementi di grande qualità per la categoria e per i frentani sarà dura uscire indenni da questa gara.
«Abbiamo analizzato la gara in settimana» – ha raccontato nella consueta conferenza stampa di inizio-metà settimana il tecnico dei frentani, Marco Baroni – «ho visto una squadra nella prima mezz'ora vogliosa di far propria l'intera posta in palio, con un buon gioco e davvero tante occasioni create. Poi dopo il gol subito alla loro prima occasione siamo stati meno fluidi. Ci sono partite purtroppo che danno l'impressione di non riuscire a far gol neanche se si giocasse per una settimana intera. Bari purtroppo è stata una di queste».
In questo campionato i rossoneri non sono stati per nulla fortunati con gli arbitraggi: «è chiaro che ora gli episodi pesanti cominciano ad essere troppi. Non è un fatto di lamentarsi per un rigore non assegnato, ma non siamo fortunati. Dobbiamo però non cadere in facili alibi ed è questa la linea che io e la società abbiamo deciso di seguire sin dall'inizio. Resta grande rammarico in certi momenti ma non dobbiamo crearci alibi».
«Dobbiamo invece essere più attenti e concentrati» – prosegue Baroni – «io non sono uno che crede molto alla fortuna ed alla sfortuna. Credo che i meriti o i demeriti principali vengano da se stessi.
Occhi puntati sul match di domenica: «il Novara sulla carta è una formazione che può puntare alla promozione. Hanno avuto qualche problema e noi possiamo giocarcela. I campionati e le partite non si vincono soltanto con i nomi, per questo cercheremo di mettere in difficoltà anche questa squadra. All'andata abbiamo fatto bene e siamo stati cinici e spietati. Dobbiamo essere più concreti sotto porta».
Ieri doppia seduta di allenamento per la Virtus con pomeriggio di lavoro al Memmo. Qualche timido sorriso per Marco Baroni che ha recuperato anche Germano. In gruppo anche il terzo portiere Casadei, fuori da mesi per un brutto infortunio. Indisponibile però Piccolo per guai muscolari e fuori causa anche Mammarella, squalificato in settimana dal giudice sportivo per una giornata: «cambiare modulo? Non lo so ora vediamo le alternative ci sono ed abbiamo qualche giorno per lavorarci. Dal punto di vista della manovra facciamo quasi sempre bene con qualsiasi tipo di modulo».
Andrea Sacchini