LEGA PRO

Trasferta siciliana stregata per il Chieti. Il Messina passa 2-0 con merito

Dominguez e Ferreira materializzano nuovamente i fantasmi dei play-out

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2131






MESSINA. Con un gol per tempo un Chieti mai pervenuto perde 2-0 sul campo della corazzata Messina. Gara sbloccata al 42esimo da Bernardo e sigillo finale di Costa Ferreira al 40esimo della ripresa.
Seconda sconfitta consecutiva dell'era De Patre e soprattutto tanti rimpianti per i teatini, che dopo un buon primo tempo per copertura degli spazi sono crollati nella ripresa e col passare dei minuti. Chieti che dopo essere passato in svantaggio è stato anche costretto a giocare l'intero secondo tempo in inferiorità numerica per la sciocca espulsione di Cinque.
Dopo l'exploit iniziale del primo periodo De Patre, tornano a materializzarsi per il Chieti i fantasmi della zona play-out, con i neroverdi che dovranno fare molto di più nelle prossime gare.
Avvio di match ad appannaggio dei locali che arrivano vicini al gol già al quarto con un tentativo dai 20 metri di Costa Ferreira che impegna Gallinetta. Al nono azione insistita del Messina, cross nel mezzo per Costa Ferreira che viene anticipato dall'estremo difensore teatino che respinge sui piedi di Bernardo che non ha la giusta freddezza per insaccare la sfera.
Al 29esimo Corona da buona posizione non inquadra di poco lo specchio della porta. Il gol è nell'aria ed al 42esimo il Messina passa in vantaggio: botta di Corona, la difesa del Chieti non libera e Bernardo da posizione decentrata in diagonale fa secco Gallinetta.
I guai del Chieti però non finiscono qui. Prima del riposo infatti sciocchezza di Cinque che già ammonito si lascia espellere per un fallo su Ignoffo.
I teatini in inferiorità numerica non riescono più a tenere con ordine il campo e subiscono continui gli assalti del Messina nei secondi 45 di gioco. Al sesto Squillace imbecca nel mezzo Corona che a tu per tu con Gallinetta esalta i riflessi del portiere. Diverse occasioni per il Messina con il Chieti tutto concentrato soltanto sulla fase difensiva. Al 34esimo palo di Bucolo dalla distanza prima di un altro miracolo di Gallinetta su conclusione ravvicinata di Guerriera. Al minuto 42 il definitivo 2-0 dei siciliani è concretizzato da Costa Ferreira, che deposita nel sacco un bel suggerimento nel mezzo di Guerriera. Il finale è solo accademia con il Chieti che inciampa in campionato per la seconda volta consecutiva dopo il ko nel derby.
Il Chieti resta bloccato a 35 punti, ad una lunghezza dal gruppone salvezza. Domenica gara chiave all'Angelini contro il Sorrento.

MESSINA-CHIETI 2-0
MESSINA: Lagomarsini, Guerriera, Silvestri, Bucolo, D’Aiello, Ignoffo, Bernardo (dal 38′ st Caturano), Maiorano, Corona (dal 16′ st De Vena), Costa Ferreira (dal 43′ st Franco), Squillace. A disposizione: Mangini, Cucinotta, Simonetti, De Bode. Allenatore: Gianluca Grassadonia.
CHIETI: Gallinetta, De Giorgi (dal 25′ st Malcore), Turi, Piccinni (dal 13′ st Bagaglini), Di Filippo, Daleno, Verna, Giorgino, Cinque, Berardino, Rossi (dal 30′ st Gaeta). A disposizione: Maria, Dascoli, Terrenzio, Quacquarelli. Allenatore: Tiziano De Patre.
MARCATORI: al 42′ pt Bernardo (M), al 40′ st Costa Ferreira (M).
ARBITRO: Marco Mainardi di Bergamo. Assistenti: Nazzareno Manco di Vibo Valentia e Valerio Vecchi di Lamezia Terme.
NOTE - Allontanato al 21′ dalla panchina il tecnico del Messina Grassadonia per proteste. Espulso al 43′ pt Cinque (C) per doppia ammonizione. Ammoniti: 28′ pt Cinque (C), 34′ pt Piccinni (C), 19′ st D’Aiello (M), 28′ st De Vena (M), 35′ st Maiorano (M), 42′ st Caturano (M). Corner: 5-2. Recupero: 2′ pt e 4′ st.
Andrea Sacchini