SERIE B

Pescara Calcio. Le gerarchie di Marino annullate. Con Cosmi si riparte da zero

Il nuovo modulo del mister umbro prevede novità a centrocampo e attacco

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3606





PESCARA. La schiettezza semplice e diretta e l'onestà intellettuale di Serse Cosmi è ben nota nel mondo del pallone. Pescara ne ha avuto la prova tangibile in occasione della prima conferenza stampa, chiara e lineare in molti punti. Non esistono gerarchie definite ed immutabili, soprattutto quando avviene un cambio di allenatore. A maggior ragione poi col tecnico umbro che nella sua lunghissima esperienza sulle panchine di A e B ha sempre preteso il massimo impegno da tutti, spesso e volentieri cambiando a campionato in corsa uomini e schemi di gioco in base allo stato di forma del gruppo e dei singoli.
Dovranno tutti sudarsi il posto e ripartire da zero, dimostrando di giorno in giorno sul campo di allenamento di meritarsi la fiducia dell'ex Perugia e Siena nel nuovo 3-5-2 (o 3-4-2-1 provato in allenamento ieri, ndr) tutto corsa ed agonismo.
Forse proprio questo è stato uno dei motivi del crollo del Pescara di Marino, con gerarchie ormai fisse e delineate e la quasi impossibilità di alcuni elementi di scalzare i titolari. È il caso di Sforzini, ritenuto quasi incedibile dal club ma utilizzato col contagocce dal tecnico di Marsala, che già ad Avellino potrebbe ritrovare una maglia da titolare a discapito di Maniero, in ombra negli ultimi mesi. Attacco che verrà rivoluzionato da Cosmi con uno tra Ragusa (impiegabile anche come esterno di centrocampo, ndr), Politano e Cutolo che affiancherà la punta di peso Maniero o Sforzini. Da capire il possibile apporto alla squadra di Mascara, che potrebbe essere rilanciato o definitivamente accantonato dal nuovo allenatore.
A centrocampo la novità dovrebbe essere Nielsen mentre l'infortunato Balzano a centrocampo verrà rimpiazzato per un mese abbondante dal neo-acquisto Salviato.
Non subirà particolari scossoni invece la retroguardia, unico reparto che in sostanza ricalcherà negli uomini e nei numeri la filosofia di Marino. Difesa a 3 con Schiavi, Capuano (ancora indisponibile per una fascite plantare, ndr) e Zauri (out per rottura del setto nasale, ndr), con Zuparic, Cosic e Bocchetti prime alternative di ruolo.
Da decifrare però il dualismo Belardi-Pelizzoli in porta, con il primo che almeno nell'immediato resta il favorito per il ruolo di numero 1. Più staccato Svedkauskas, ritenuto ancora acerbo per la Serie B.

PRIME INDICAZIONI DEL NUOVO PESCARA DI COSMI. PROVATO IL 3-4-2-1
Nella consueta sgambata del mercoledì pomeriggio al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo, prime indicazioni del nuovo Pescara di Serse Cosmi che ha provato un inedito 3-4-2-1 in vista del match di sabato al Partenio contro l'Avellino. Nel primo tempo il mister umbro ha schierato Zuparic, Bocchetti e Schiavi in difesa, Milicevic e Bovo centrali di centrocampo con Salviato e Rossi esterni; in attacco Cutolo e Caprari trequartisti a sostegno dell'unica punta Sforzini. Nella ripresa largo a Ragusa, Brugman, Politano, Mascara e Maniero. Cosmi ha ruotato tutti gli uomini a propria disposizione ed il test contro la Primavera è terminato 4-0 con reti di Sforzini, Ragusa, Maniero e Fornito. Non hanno preso parte all'amichevole Zauri, Capuano, Balzano, Rizzo, Chiaretti, Di Francesco e Samassa.
Oggi e domani allenamenti a porte chiuse nel pomeriggio sempre al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.
Andrea Sacchini