SERIE B

Pescara Calcio. Il sergente di ferro Serse Cosmi è il nuovo allenatore dei biancazzurri

Fatale a Marino il ko di Bari. La squadra è reduce da 6 ko di fila

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3437




PESCARA. Nella giornata di oggi c'è stato il contatto decisivo tra i dirigenti biancazzurri e Serse Cosmi, che a tutti gli effetti da qualche ora è il nuovo allenatore del Pescara. L'accordo, già virtualmente trovato nella serata di ieri, è stato formalizzato in mattinata ed ufficializzato nel primo pomeriggio.
L'ex tecnico tra le tante di Perugia, Palermo e Siena ha firmato un contratto fino a giugno con probabilissima opzione di rinnovo in caso di buoni risultati. Cosmi, che si è già detto soddisfatto e motivato dalla nuova avventura, verrà presentato a stampa e città questo pomeriggio dopo aver diretto il primo allenamento al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo. La soluzione di un mister dal carattere duro giunti a questo punto è sembrata la più logica, con la squadra a corto di gioco, idee e soprattutto carattere. Esordio per Cosmi già sabato alle ore 18,00 allo stadio Adriatico contro l'Avellino per cercare di cambiare rotta ad una stagione ed ad un 2014 fin'ora assolutamente privo di gioie per i colori biancazzurri.
Bari ancora una volta stregata per il tecnico di Marsala, che già nell'aprile del 2011 aveva perso il posto in panchina dopo una sconfitta proprio con i galletti quando era allenatore del Parma. Marino, che ha sbagliato tantissimo nella gestione dello spogliatoio ed in alcune scelte di formazione, con la squadra ancora priva di una precisa identità, ha pagato anche per colpe non proprie. Il mercato di gennaio infatti, assolutamente negativo su tutta la linea, non ha rafforzato l'organico ed anzi ha creato alcuni malumori all'intero dello spogliatoio. Con la sesta sconfitta consecutiva la proprietà del delfino, che ha sempre creduto nell'ex Catania ed Udinese, è stata costretta all'esonero che va detto graverà pesantemente nelle casse del club fino a giugno 2015.
Andrea Sacchini