IL VIDEO

Crozza:«Palazzo Chigi come una panda vecchia: passa di mano e non serve nemmeno il notaio»

La copertina di ieri nella puntata di Ballarò pre Festival di Sanremo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

8605



ROMA. Copertina insolitamente domenicale di Maurizio Crozza a Ballarò.
Impossibile non parlare della crisi di governo, dell’epilogo “romantico” di Letta e della scalata di Renzi che su Twitter ha lanciato un nuovo hashtag: #Obamastaisereno
Crozza parte subito con una richiesta di chiarimento verso Giovanni Floris: «Oggi Alfano ha detto che Berlusconi è circondato da inutili idioti e tu, Giova, cosa fai? Inviti Gasparri? Se io faccio la battuta però la querela la dividiamo… Giovanni, questo è un classico concorso di colpa».
«Monti,  Letta e adesso Renzi: il terzo presidente del consiglio non votato da nessuno…  non serve più nemmeno il notaio: ora Palazzo Chigi passa di mano come una Panda vecchia».
«Palazzo Chigi mi ricorda quelle pizzerie dove si mangia malissimo ma ogni sei mesi trovi il cartello “nuova gestione”  ma ci sono gli stessi camerieri, le stesse tovaglie di plastica marcie...
«Scusi ma cosa è cambiato?»
«Quello che sta alla cassa: è di Firenze»
«Ma si mangia sempre malissimo?»
«Sì malissimo…  facciamo proprio cagare»
«Questa mi sembra una crisi figlia di uno scazzo personale. Uno scazzo tra Letta e Renzi. E poi se ci pensi bene a Letta non è andata nemmeno malissimo visto che è stato trombato il giorno di San Valentino… almeno un po’ di romanticismo».
«Ma se Renzi ha fatto tutto questo a Letta che era suo amico, a noi italiani che nemmeno ci conosce che cosa ci può fare?»
E Antonio Razzi cosa dirà della crisi?
«Non credo che perderò il posto… anche pecchè sarò ripescato come ultimo del mio girone..»
«Renzi andrà avanti fino al 2018… Sai che significa questo? Altri quattro anni di grana… E secondo te io mi tolgo dal cazzo gratis, amico caro?»