CALCIO

Lega Pro. All'ultimo respiro L'Aquila doma 2-1 l'Ascoli. “Espugnato” il Fattori

Pomante gol al 48esimo. I rossoblù vincono in casa dopo 4 partite

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1653





L'AQUILA. Quasi allo scadere L'Aquila supera 2-1 l'Ascoli in casa e torna a sorridere dopo diverse partite senza vittoria. I gol tutti nella ripresa. Vantaggio degli abruzzesi all'ottavo con De Sousa e pareggio momentaneo dei bianconeri di Colomba al 16esimo, prima del gol vittoria di Pomante al 48esimo.
Verdetto del campo giustissimo per occasioni da gol create e mole di gioco espressa, con i rossoblù padroni del gioco e dell'iniziativa per tutto il primo tempo. Nella ripresa fuochi d'artificio con la grande volontà de L'Aquila di conquistare l'intera posta in palio, spingendo sull'acceleratore sino al gol del definitivo 2-1.
Ritorno al successo dopo 3 gare a secco di vittorie e soprattutto sfatato il tabù Fattori che durava da ben 4 incontri (1 pareggio e 3 sconfitte, ndr). Prestazione generosa ed ordinata degli abruzzesi, che nel secondo tempo hanno legittimato la netta superiorità espressa nei primi 45 di gioco.
Avvio di marca abruzzese. Al quarto Agnello dopo un controllo di palla approssimativo prova il destro da fuori: palla sull'esterno della rete. Al 23esimo sugli sviluppi di un corner colpo di testa nel mucchio di Del Pinto e provvidenziale salvataggio di Gandelli sulla linea di porta.
Tre minuti dopo colossale chance per l'1-0 aquilano. Calcio di punizione potente di Agnello, respinta centrale di Russo ed eccesso di altruismo di Pià che da 2 passi non tenta la botta a rete ma cerca un improbabile passaggio nel mezzo per un compagno.
Prima del riposo deviazione di Libertazzi su invito interessante di Del Pinto e palla sul fondo non di molto.
Nella ripresa ritmi più bassi ma al nono L'Aquila passa in vantaggio. Agnello trova il corridoio giusto per l'inserimento senza palla di De Sousa che tutto solo davanti a Russo non sbaglia.
Neanche il tempo di festeggiare il vantaggio che l'Ascoli perviene al pareggio al minuto 16. Sbaglia la difesa di casa e Colomba ha tutto il tempo in area di liberarsi dalla marcatura e freddare Testa.
La reazione dei rossoblù è importante. Al 22esimo Agnello solo davanti a Russo sparacchia malamente addosso al portiere. Al 37esimo bravissimo Testa nel negare la gioia del gol a Colomba dopo un bel destro dal limite.
Quando poi tutto lasciava presagire al pareggio, ecco al 48esimo sbucare la testa di Pomante su perfetta imbeccata dalla sinistra di Frediani. Gioia in campo e sugli spalti per L'Aquila che finalmente torna ad assaporare i 3 punti. Con questo successo raggiunta quota 32 in classifica. Domenica trasferta ostica a Viareggio per avvicinare ulteriormente la qualificazione alla zona play-off.

TABELLINO
L'AQUILA (4-3-3): Testa; Scrugli, Pomante, Zaffagnini, Dallamano; Agnello (33'st Gallozzi), Del Pinto, Corapi; Pià (1'st Frediani), Libertazzi (18'st Ciciretti), De Sousa. A disposizione: Addario, Ingrosso, Triarico, Bentoglio. Allenatore: Pagliari.
ASCOLI (4-3-1-2): Russo; Conocchioli (21'pt Iotti), Schiavino, Scognamiglio, Gandelli; Carpani (39'st Giovannini), Pestrin, Colomba; Capece; Topouzis (17'st Greco), Tripoli. A disposizione: Pazzagli, Minnozzi, Gragnoli, De Iulis. Allenatore: Giordano.
ARBITRO: Giovani della sezione di Grosseto.
NOTE: Ammoniti: Carpani, Pestrin, Del Pinto. Presenti sugli spalti circa 2.500 spettatori.
Andrea Sacchini