LEGA PRO

Teramo brutto e svogliato. Il Tuttocuoio ha vita facile e vince 2-0

In gol Ferrari e Salzano. Abruzzesi in 10 per tutto il secondo tempo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1599




SANTA CROCE SULL'ARNO. Nulla da fare per il Teramo che lascia in Abruzzo grinta e determinazione e perde 2-0 sul campo del Tuttocuoio. In gol Ferrari al 35esimo del primo tempo e Salzano su calcio di rigore al minuto 27 della ripresa.
Verdetto del campo giusto, con i toscani che hanno messo in campo maggiore voglia di vincere e si sono fatti apprezzare di più per geometrie e precisione nelle azioni offensive create. A pesare sul risultato anche l'espulsione di Lulli al quarto minuto del secondo tempo, con il Teramo già sotto di un gol ed alla caccia del gol del pari.
Poche attenuanti comunque per l'undici di Vivarini, spento e sottotono sin dai primi minuti della contesa. Per giustificare una prestazione tanto negativa non bastano neanche le numerose assenze, che hanno costretto il tecnico degli abruzzesi ad operare numerosi cambi rispetto la formazione tipo.
Inizio di gara alla camomilla con nessuna azione degna di nota. Al 28esimo si fa vivo il Tuttocuoio con Ferrari che in maniera fortunosa spedisce sul palo una bella imbeccata di Salzano. Cinque minuti dopo ancora pericolosi i toscani sull'asse Salzano-Ferrari, con colpo di testa di quest'ultimo di poco alto sulla traversa sugli sviluppi di un corner.
Al 34esimo il vantaggio del Tuttocuoio. Sbaglia la difesa del Teramo e volata solitaria verso la porta di Ferrari che solo davanti a Serraiocco non sbaglia.
La reazione degli abruzzesi è inefficace e si concretizza in un destro da fuori di Dimas che impegna severamente Bacci.
Nella ripresa pronti via e subito il Teramo resta in inferiorità numerica per sciocco fallo di reazione a metà campo del già ammonito Lulli. Al 20esimo interessante conclusione da buona posizione di Rosati con pallone di poco sul fondo.

Al 26esimo il Tuttocuoio chiude l'incontro. Per fallo su Di Giannattasio calcio di rigore per i padroni di casa realizzato in maniera impeccabile da Salzano.
Il Teramo si sveglia troppo tardi e perviene alla conclusione pericolosa in 2 occasioni. Prima il neo-entrato Bucchi conclude dal limite debole e centrale tra le braccia di Bacci e poi Dimas all'altezza della lunetta dell'area costringe l'estremo difensore di casa agli straordinari. Proprio il rientro del bomber da un lungo infortunio è risultata essere al triplice fischio l'unica nota lieta della giornata biancorossa.
Con questa sconfitta il Teramo scivola al secondo posto in compagnia della Casertana, ad una lunghezza dalla capolista Cosenza ed a 10 punti dalla nona posizione.
Domenica prossima a Piano d'Accio arriva il Gavorrano, ultima forza del torneo. Vietato sbagliare per il diavolo, che dovrà ritrovare il feeling con i 3 punti dopo 3 partite consecutive senza vittoria. Nel mentre è attesa qualche operazione di mercato in entrata ed in uscita, con la finestra invernale dei trasferimenti che chiuderà alle ore 23,00 di venerdì 31 gennaio.

TABELLINO
TUTTOCUOIO (4-4-2): Bacci; Arvia, Cacelli, Pane (27'st Carroccio), Balde; Falivena, Di Giuseppe, Zane, Ferrari; Salzano (41'st Colombini S), Rosati (23'st Giannattasio). A disposizione: Morandi, Cardarelli, Colombini J, Mariani. Allenatore: Alvini.
TERAMO (4-2-3-1): Serraiocco; Giannetti (16'st Cenciarelli), Gregorio, Caidi, Speranza; Arcuri, Lulli; Petrella, Dimas, Di Paolantonio (45'st Bucchi); Gaeta (16'st Casolla). A disposizione: Narduzzo, Montecchia, D'Egidio, Sassano. Allenatore: Vivarini.
ARBITRO: Formato della sezione di Benevento.
NOTE: Ammoniti: Falivena, Gregorio, Di Giuseppe, Di Paolantonio, Carrioccio. Espulso: Lulli al 4'st.
Andrea Sacchini