CALCIO

Lega Pro. Il Chieti di De Patre non si ferma più. 1-0 all'Aprilia ed avvicinata la salvezza

Decisivo un gol di Guidone al 36esimo. I teatini agganciano l'ottavo posto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1171





CHIETI. Naviga a vele spiegate il Chieti che regola con merito 1-0 l'Aprilia ed avvicina notevolmente la zona salvezza, con l'ottavo posto finalmente agganciato anche se in coabitazione con ben 2 squadre.
Match winner Guidone al minuto 36 del primo tempo su calcio di rigore, con i neroverdi che hanno resistito agli attacchi dell'Aprilia nel secondo tempo. Ospiti che hanno giocato in inferiorità numerica negli ultimi 10 minuti per l'espulsione del portiere Ragni.
Continua a dare buoni frutti la cura Tiziano De Patre, con la squadra che ha ottenuto il secondo pesantissimo successo consecutivo dal suo insediamento in panchina, con la zona salvezza, fino a 2 settimane fa un miraggio, che si avvicina sempre di più. In campo questo è tutto un altro Chieti rispetto la squadra spenta, svogliata e spuntata in attacco di qualche domenica fa. Con la difesa diventata in 2 giornate un fortino inespugnabile (zero gol subiti, ndr) e l'attacco sempre a segno, c'è da sottolineare una ritrovata compattezza ed organizzazione, con le distanze tra i reparti molto corte. Ad influire positivamente anche lo spirito diverso con il quale i teatini sono scesi in campo con Aprilia ed Ischia. 

Partenza subito positiva del Chieti. Al settimo tiro di Guidone e grande riflesso di Ragni in corner.
Al 12esimo uscita avventata di Ragni e pallone che termina sui piedi di Giorgino che da fuori non riesce ad inquadrare lo specchio della porta.
Qualche sbadiglio e poi al 35esimo il Chieti passa in vantaggio. Per fallo in area di Ragni in uscita su Cinque, calcio di rigore per i teatini. Dal dischetto Guidone è implacabile e firma l'1-0 per gli abruzzesi.
In vantaggio i teatini sbandano in difesa e rischiano il pari cinque minuti dopo. Robertiello è semplicemente straordinario nel chiudere lo specchio della porta a D'Anna, imbeccato in piena area dal passaggio smarcante di un compagno di squadra.
Nella ripresa al settimo Chieti pericoloso. Berardino trova il corridoio giusto per Guidone che solo davanti a Ragni supera il portiere ma il suo tentativo viene vanificato sulla linea da un difensore ospite.
I neroverdi tengono bene il campo e non rischiano nulla sulle sterili ripartenze dei laziali, che al 33esimo restano anche in inferiorità numerica per l'espulsione del portiere Ragni per doppia ammonizione.
Nel finale Chieti vicino al 2-0 in un paio di occasioni. Al 35esimo De Giorgi chiama agli straordinari il secondo portiere dell'Aprilia Caruso, che si ripete 4 minuti dopo su tentativo da buona posizione di Della Penna. Fino al triplice fischio non succede più nulla, con i teatini che portano a casa l'intera posta in palio senza grandi sforzi.
Con questa vittoria il Chieti è salito a quota 28 in classifica, all'ottavo posto in compagnia di Poggibonsi ed Aversa ed una sola lunghezza di vantaggio su diverse inseguitrici. Domenica prossima trasferta difficilissima sul campo del Melfi, che precede i neroverdi di un solo punto. Nel mentre non sono da escludere altri colpi di mercato in uscita per rendere l'obiettivo salvezza sempre più percorribile per il nuovo Chieti vincente di Tiziano De Patre.

TABELLINO
CHIETI (4-4-2): Robertiello; De Giorgi, Terrenzio, Dascoli, Turi (15'st Di Filippo); Della Penna, Rossi, Giorgino, Berardino (17'st Gaeta); Guidone, Cinque (28'st Bagaglini). A disposizione: Fallinetta, Borgese, Guitto, La Selva. Allenatore: De Patre.
APRILIA (4-4-2): Ragni; Orchi, Agius, Del Duca (17'st Lisi), Mazzarani; Montella, Amadio, Corsi, Hanine (27'st Cafiero); Barbuti, D'Anna (36'st Caruso). A disposizione: Melis, Iannascoli, Agresta, Ferrara. Allenatore: Paolucci.
ARBITRO: Proietti della sezione di Terni.
NOTE: Ammoniti: Cinque, Della Penna, Turi, Giorgino, Orchi. Espulso: Ragni al 33'st.
Andrea Sacchini