SERIE B

Virtus Lanciano. Ufficiale Ragatzu. Baroni: «mercato? La società sa cosa fare»

Plasmati al Siena libera Comi. Sabato al Biondi arriva il Brescia.

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2308





LANCIANO. Giorni importantissimi in casa Virtus Lanciano per quanto concerne il mercato. Ieri il sodalizio frentano ha ufficializzato un altro colpo prelevando dall'Hellas Verona Daniele Ragatzu. Il giovane attaccante classe 1991 passa in rossonero in prestito con diritto di riscatto, dopo aver passato la prima metà di stagione in tribuna tra le fila degli scaligeri in Serie A. Ragatzu, dopo un inizio di carriera promettente al Cagliari con quattro reti in 32 incontri sparsi tra il 2007 ed il 2011, ha vissuto due anni altalenanti vestendo le casacche di Gubbio (28 presenze ed un solo gol nel 2011/2012, ndr) e Pro Vercelli con la quale ha totalizzato 17 gettoni e 3 centri. Nel mezzo il suo cartellino è passato dal Cagliari al Verona. Ha vestito nel corso degli anni la maglia della Nazionale Under 16 e 17. In attesa di sapere qualcosa di più sul futuro di Gianvito Plasmati, ricercato con insistenza dal Siena, il club ha trovato un accordo di massima per il passaggio in rossonero di Gianmario Comi. La trattativa però è legata a doppio filo con la dismissione di Plasmati, come confermato dal Ds Leone negli ultimi giorni.
Giornata fondamentale quella di ieri anche per quanto concerne la permanenza di Antonio Piccolo in Abruzzo. La Virtus dopo aver resistito agli assalti del Varese dell'ex Carmine Gautieri ha trovato un accordo di massima col Livorno per il riscatto della seconda metà dell'attaccante per una cifra molto vicina ai 200mila euro. L'acquisto dell'intero cartellino di Piccolo dovrebbe scoraggiare almeno fino a giugno eventuali estimatori, fermo restando che il mercato non rappresenta una scienza esatta. Davanti ad offerte irrinunciabili infatti il sodalizio frentano potrebbe anche valutare l'ipotesi di privarsi del calciatore. Gatto intanto è molto vicino alla cessione: piace al Cittadella.
«Il mercato è un argomento caldo e centrale in questo periodo» – ammette il tecnico della Virtus Lanciano Marco Baroni, alla prima conferenza stampa dell'anno dopo il ritiro invernale di Corato – «però preferisco non parlarne. Posso far poco perché il mio lavoro è sul campo. Ho richiamato i ragazzi alla massima attenzione in vista del match col Brescia. Posso solo dare il benvenuto a Ragatzu che è un giocatore importante che ha bisogno di riscatto. Può darci una mano ed ha grandi qualità».
«La società in ogni caso sa come muoversi sul mercato» – prosegue Baroni – «se servirà qualcosa so che non si tirerà indietro».
Sabato al Biondi arriva il Brescia: «Si riapre la seconda parte del campionato e siamo pronti nonostante alcuni fastidiosi infortuni accusati nell'ultima parte del ritiro in Puglia. Ci sono tanti motivi di attenzione per la gara col Brescia. È una squadra forte con giocatori importanti ed è importante che la nostra attenzione sia tutta rivolta al match con le rondinelle. L'obiettivo della nostra squadra era e resta la salvezza».
La squadra continuerà in città gli allenamenti in vista del match col Brescia. L'obiettivo dei rossoneri è quello di ricominciare il campionato nel migliore dei modi per guadagnare gli ultimi punti che restano alla matematica salvezza. Una volta raggiunta si potrà guardare ad altro.
Andrea Sacchini