CALCIO

1°Div/B. L'Aquila non muore mai. Sotto di 2 reti costringe il Pisa al 2-2 interno

Prestazione dai 2 volti per L'Aquila. Punto importante per classifica e morale

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1338





PISA. L'Aquila non muore mai e tra mille sussulti e colpi di scena costringe il Pisa al 2-2 interno al termine di una gara combattuta e spettacolare. Primo tempo da dimenticare per gli abruzzesi, con il Pisa avanti 2-0 grazie alle reti di Rozzio ed Arma rispettivamente al terzo e 33esimo minuto. Nella ripresa reazione d'orgoglio degli ospiti e pareggio meritato per effetto delle marcature di Libertazzi e Pomante al secondo minuto ed alla mezz'ora.
Prestazione da dottor Jekyll e mister Hyde per i rossoblù che sotto di 2 reti hanno trovato la forza e la determinazione di rimontare fino al 2-2 finale. Un punto importante per la classifica ma soprattutto per il morale della squadra di L'Aquila, reduce a questo punto da una lunga serie di tre partite consecutive senza vittoria. Pagliari però può ritenersi moderatamente soddisfatto della prova dei suoi, pericolosi in avanti ma troppo fragili dalla metà campo in giù.
L'avvio di gara è da incubo per L'Aquila. Al terzo minuto infatti il Pisa è già in vantaggio con un colpo di testa preciso di Rozzio in mischia sugli sviluppi di un corner di Cia.
Reazione de L'Aquila al 22esimo con Triarico che rimette un buon pallone nel mezzo all'altezza dell'area piccola senza trovare nessun compagno pronto alla battuta facile a rete.
Qualche minuto dopo altra buona chance per Rozzio che questa volta di piede nel cuore dell'area di rigore conclude alle stelle.
Al 33esimo il raddoppio del Pisa con Arma, che di testa fa secco Testa capitalizzando al meglio una meravigliosa discesa sulla sinistra di Martella con annesso cross perfetto.
Prima del riposo ottima intuizione di Libertazzi per Frediani che da buona posizione strozza troppo il tiro che termina a lato non di molto. Sull'altro versante ancora Martella nel mezzo per Arma che questa volta non trova in girata l'impatto con la sfera da 2 passi.
Nella ripresa è tutta un'altra L'Aquila. Al secondo discesa di Pià sulla destra e cross liftato nel mezzo per la testa di Libertazzi che non baglia: 2-1 e gara riaperta.
Al quinto clamorosa doppia chance per il possibile 2-2 aquilano. Ciciretti a tu per tu con Provedel sparacchia addosso al portiere, sul rimpallo Frediani da 2 metri centra clamorosamente la traversa.
Al 22esimo ancora L'Aquila con il neo-entrato De Sousa che di testa esalta i riflessi di Provedel su traversone di Carcione. Due minuti dopo incredibile Pià da 2 passi a porta vuota non riesce a finalizzare un bel suggerimento di un compagno. Alla mezz'ora ecco il meritato gol del 2-2. Calcio d'angolo di Carcione per la testa di Pomante che insacca indisturbato.
In pieno recupero entrambe le squadre vanno vicinissime al 3-2. Prima il Pisa con Parfeit dal limite con palla fuori di un nulla, poi L'Aquila con Frediani che a giro appena entrato in area di rigore sfiora il palo a Provedel battuto.
Con questo pareggio prezioso L'Aquila è al quinto posto in classifica in piena zona play-off con 29 punti. Domenica al Fattori arriva l'Ascoli, che in profonda crisi societaria ieri ha superato 3-2 la Paganese.

TABELLINO
PISA (3-5-2): Provedel; Rozzio, Goldaniga, Sabato; Cia (25'st Simoncini), Parfait, Mingazzini, Favasuli (40'st Forte), Martella (25'st Crescenzi); Napoli, Arma. A disposizione: Pugliesi, Sampietro, Bollino, Giovinco. Allenatore: Cozza.
L'AQUILA (4-3-3): Testa; Zaffagnini, Ingrosso (1'st Scrugli), Pomante, Dallamano; Agnello, Carcione, Triarico (1'st Ciciretti); Frediani, Libertazzi (18'st De Sousa), Pià. A disposizione: Addario, Di Lollo, Petrucci, Bentoglio. Allenatore: Pagliari.
ARBITRO: Cifelli della sezione di Campobasso.
NOTE: Ammoniti: Goldaniga, Parfait, Sabato.

Andrea Sacchini