Basket. La Proger Chieti supera 86-81 l'Omegna davanti ai 2mila del PalaLeombroni

Seconda vittoria consecutiva per il quintetto teatino

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2311





CHIETI. Si allungano così a due i successi consecutivi e finalmente si torna a vincere dinanzi agli occhi dei propri 2000 spettatori del PalaLeombroni, dopo una serie negativa durata fin troppo. Chieti dimostra ancora una volta di poter essere una mina vagante, capace di ribaltare un risultato da un momento all’altro, contro qualsiasi avversario.
I 2 punti strappati questa sera sono importantissimi perché danno fiducia e morale alla squadra guidata da Coach Nino Marzoli, e dopo la serie negativa, una iniezione di questo genere non può far altro che bene, inoltre fanno avanzare la Proger sempre più in alto avvicinandosi sempre di più all’obiettivo salvezza. Ora la squadra capitanata da Fabrizio Gialloreto si trova a 18 punti nella classifica generale, a +6 dalle penultime. Successo arrivato per 86 a 81 Chieti.
Match tutto in salita per la Proger, che si ritrova davanti una delle coppie di americani più prolifiche della categoria, James-Shepherd, una media di 40 punti a partita in due. Omegna riesce sin da subito a mettere il naso avanti grazie ai canestri proprio dei due americani, aiutati anche da Masciadri e Gurini. Chieti riesce a tenersi in partita ma sembra che Omegna abbia un passo in più. Per la squadra di casa c’è soprattutto uno Shaw scatenato che piazza triple complicatissime facendole risultare semplici, segna da due, è inarrestabile. Il lungo americano teatino è accompagnato anche dai canestri di Soloperto e Di Emidio. Il primo periodo si chiude con il 2 su 2 dalla lunetta di Shepherd e il piazzato dai due punti di Mike James, con il punteggio che premia Omegna 21-26.
Il secondo periodo si apre con la squadra ospite che continua a segnare imperterrita e Chieti che non riesce a reagire in alcun modo. Shepherd realizza un sensazionale gioco da 3 punti, poi piazza una tripla, lo stesso fa Gurini prima dai due punti e poi dalla lunga distanza per ben due volte. Lo svantaggio per la Proger continua ad aumentare e sembra che non ci sia modo di bloccarlo, si arriva anche a -17. Coach Nino Marzoli, dopo già un time out decide di chiamarne un altro per spronare i suoi ed infatti gli ultimi 3 minuti del secondo periodo sono una favola per Chieti e per tutto il pubblico del PalaLeombroni, riducendo cosi l’ampio svantaggio a soli -7, prima grazie a Diomede e Raschi e poi con Soloperto da 2 punti e Di Emidio dalla lunga distanza allo scadere dei 24”. La fine del primo tempo dice 35 Chieti – 42 Omegna.
Il terzo periodo di gioco è quello della ribalta per la Proger. La squadra di Nino Marzoli rientra sul parquet di gioco con lo stesso spirito con il quale aveva chiuso il secondo quarto, ovvero con lo spirito di grande squadra, di ribalta, il tutto incorniciato da un pubblico incredibile che sostiene i propri ragazzi. Il quarto si apre con Diomede che mette i primi due punti per i suoi, poi Raschi realizza il gioco da tre punti subendo fallo da Gurini, ancora Diomede piazza la bomba, poi Shaw mette un’altra tripla pazzesca. La Paffoni cerca di reagire con Masciadri da 3 punti, poi Gurini con il piazzato e Shepherd dalla lunga distanza ancora. Verso la fine del terzo periodo c’è per la prima volta nel match il sorpasso Chieti grazie al suo capitano, Fabrizio Gialloreto, che scatenato e con la mano calda piazza due triple devastanti una dopo l’altra e chiude il quarto con un 2 su 2 dalla lunetta e il punteggio che dice 61-58 Chieti.
È un match pazzesco, nessuna delle due squadre ne vuol sapere di arrendersi, entrambe vogliono i due punti, e si viene a creare anche una sfida nella sfida, quella tra il motore della squadra rosso-verde, James e il capitano del team casalingo, Fabrizio Gialloreto. James con la sua velocità lascia sul posto la difesa teatina, segna da due, in penetrazione e dalla lunga distanza, sembra inarrestabile, infatti sarà il miglior realizzatore del match con i suoi 26 punti messi a referto. Dall’ altra parte Gialloreto si scatena con la sua specialità, ovvero il tiro dalla lunga distanza, piazza una tripla dopo l’altra e una più impossibile dell’altra e segna due tiri da distanza ravvicinata. Anche Soloperto e Passera riescono a mettere a referto una serie di punti che consente a Chieti la vittoria sulla squadra ospite. Un match combattuto fino alla fine, sino agli ultimi secondi, ma alla fine la Proger ne esce vittoriosa 86 a 81 e con tutti i 2000 spettatori del PalaLeombroni in piedi ad acclamare i propri ragazzi.
Ottima la gestione di gara per Coach Nino Marzoli. Ottima anche la prestazione generale, nonostante gran parte del primo tempo appena sulla sufficienza. Buona anche la partita dei due nuovi acquisti, Passera e Cardillo. Da sottolineare soprattutto le prestazioni di Gialloreto (18 punti messi a referto, 4/7 dai 3 punti, 4/4 dalla lunetta); Matt Shaw (17 punti realizzati e 9 rimbalzi); Mattia Soloperto (14 punti messi a referto,12 rimbalzi strappati e 7 falli subiti) ed infine Edoardo Di Emidio (il giovane play realizza 11 punti, subisce 5 falli e serve 2 assist). La Proger ha tirato con il 45% dai due punti ed il 42% dalla lunga distanza per un totale del 44% dal campo.
Ottima la gestione di gara da parte di Coach Di Lorenzo. Buonissima anche la prestazione generale. Da sottolineare le prestazioni di James (miglior realizzatore del match con 26 punti messi a referto, è il motore del team rosso-verde, 4 assist e 8 falli subiti); Shepherd (l’ala americana inizia alla grande, ma poi lascia il palcoscenico a James, rendendosi meno pericoloso, realizza 19 punti, 6 falli subiti e due assist); e Giacomo Gurini (17 punti messi a referto, 4 falli subiti e 2 palle recuperate). La Paffoni ha tirato con il 45% dai 3 punti ed il 44% dai due punti per un totale del 44% dal campo.

PROGER CHIETI – PAFFONI OMEGNA 86-81 (21-26, 35-42, 61-58)
Proger: Bini ne, Gialloreto 18 (23:45, 1/2, 4/7), Comognani 2 (12:13, 0/2, 0/1, 5r), Raschi 9 (25:51, 4/7, 0/1, 4r), Di Emidio 11 (24:56, 2/3, 1/2, 2r), Passera 9 (14:57, 1/2, 0/2), Diomede 6 (16:40, 1/2, 1/1, 2r), Cardillo (19:12, 0/2, 1r), Soloperto 14 (35:52, 5/12, 12r), Shaw 17 (26:29, 4/8, 2/5, 9r). All.: Marzoli.
Paffoni: James 26 (37:17, 6/12, 3/8, 6r), Borra (13:44, 0/3, 3r), Farioli (23:03, 0/1, 0/1, 3r), Saccaggi 3 (5:33, 1/1 da tre), De Nicolao (4:44, 0/2, 0/1), Shepherd 19 (35:54, 3/6, 2/5, 4r), Bianchi 3 (10:34, 0/1, 1/2), Masciadri 12 (31:16, 1/1, 3/5, 1r), Paci 1 (8:03, 0/1), Gurini 17 (29:46, 4/5, 3/6, 2r). All.: Di Lorenzo.
Arbitri: Moretti, Sivieri, Salustri.
Note – Tiri liberi: Proger 26/29, Paffoni 14/18. Tot.tiri: Proger 26/59 (8/19 da tre), Paffoni 27/61 (13/29 da tre). Rimbalzi: Proger 35 (11 off.), Paffoni 19 (4 off.). Perse recuperate: Proger 14-11, Paffoni 9-12. Cinque falli: Gurini al 40’, Passera al 40’ e James al 40’. Spettatori: 1900.
Fonte: www.basketinside.com