SERIE B

Pescara Calcio. Caprari, Rispoli e Cascione: è il momento di chiudere i primi colpi

Ieri amichevole col Moscufo: in evidenza Maniero e Nielsen

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3547




PESCARA. Da giorni ormai i nomi sono sempre i soliti per rinforzare la rosa a disposizione di Pasquale Marino. Caprari, Rispoli, Cascione ed Eramo, che chi più chi meno hanno tutti buone possibilità di approdare in biancazzurro. Se per Rispoli è soltanto questione di ore, per stessa ammissione del Ds adriatico Giorgio Repetto, per Eramo c'è da vincere la fortissima concorrenza dell'Empoli. La Sampdoria per ragioni prettamente economiche spinge per una cessione del centrocampista al Pescara, che sarebbe disposto a pagare quasi per intero l'ingaggio al contrario dei toscani che chiedono un forte sconto. L'ingaggio di Caprari invece appare al momento quasi una formalità, nonostante le priorità per la rosa dovrebbero essere altre (vedi difesa ed esterni di centrocampo, ndr).
Situazione in stallo invece per il ritorno di Cascione, che vuole tornare a Pescara ma che deve fare i conti con l'ostinazione del Cesena, che quest'anno ha prelevato il centrocampista via Parma dietro un ingente esborso economico. I romagnoli chiedono almeno 150mila euro per poter liberare il giocatore, ma il Pescara non sembra intenzionato ad accontentare alcuna richiesta. Entro 24 ore è atteso il sì o il no definitivo.
Capitolo dismissioni. Il Ds Repetto non dovrebbe trovare difficoltà a risolvere i prestiti di Frascatore e Piscitella con la Roma. Potrebbe rimanere invece Viviani, molto stimato da Repetto nonostante lo scarso impiego da parte di Marino.
Sempre per quanto concerne il mercato in uscita, ieri è stato risolto il prestito al delfino di Elvis Kabashi. Il centrocampista di nazionalità albanese non è mai entrato in questi mesi nelle grazie del tecnico Marino, che nei primi 6 mesi di campionato gli ha concesso soltanto una manciata di minuti tra campionato e Coppa Italia. Da valutare nei prossimi giorni anche il futuro di Fornito, che potrebbe far ritorno al Napoli per poi essere girato in Prima Divisione. Destino simile a Padovan, in prestito dalla Juventus, in predicato di passare al Vicenza.

SGAMBATA COL MOSCUFO IERI PER I BIANCAZZURRI. IN EVIDENZA MANIERO. OK NIELSEN
In attesa della ripresa del campionato, ieri il Pescara al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo ha superato in amichevole per 10-0 il Moscufo. Mattatore dell'incontro il solito Maniero, autore di 3 reti. Doppietta invece per Nielsen e gol singoli di Rizzo, Mascara, Politano, Balzano e Fornito.
Indicazioni positive per il tecnico Pasquale Marino, che ha ruotato praticamente tutti gli uomini a sua disposizione. Pienamente recuperato Nielsen mentre Sforzini continua a dare notevoli segni di miglioramento per quanto concerne la condizione fisica. Nel primo tempo hanno giocato Belardi tra i pali, Cosic, Schiavi e Bocchetti in difesa, Zuparic, Rizzo, Mascara e Rossi a centrocampo, Ragusa, Maniero e Politano in attacco. Nella ripresa spazio a Pelizzoli; Cosic, Zuparic, Bocchetti; Balzano, Nielsen, Brugman, Fornito; Ragusa, Maniero, Politano. Oggi allenamento al mattino sempre al Poggio degli Ulivi di Città Sant'Angelo.
Nessuna novità infine per quanto concerne il possibile cambio al vertice della società. Nei giorni scorsi si era vociferato di una possibile cessione del 70% delle quote del club ad uno o più imprenditori stranieri. Non sono però giunte conferme dirette o indirette da parte del patron Sebastiani, che in questi mesi non ha mai smentito la possibilità di cedere parte del pacchetto azionario ad emissari anche di altra nazione.
Andrea Sacchini