SERIE B

Virtus Lanciano. Tra voci e smentite di mercato c'è la certezza Piccolo: «voglio restare»

Possibile lo scambio Calvano-Scozzarella. Squadra in ritiro a Corato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2567




LANCIANO. Il mercato della Virtus Lanciano continua a muoversi a piccoli passi in vista degli auspicati botti di metà-fine gennaio. Nei giorni scorsi è stato risolto il prestito di Giuseppe Nicolao con il Napoli. Il giovane difensore in questa stagione ha trovato poco spazio con Baroni e con ogni probabilità verrà girato in Prima Divisione dal club partenopeo. Sempre sul fronte cessioni è forte il pressing del Varese per Piccolo, molto stimato dall'ex mister rossonero Carmine Gautieri, che però molto difficilmente lascerà l'Abruzzo prima dell'estate.
In entrata si continua a lavorare con la Juve Stabia per lo scambio Calvano-Scozzarella, con quest'ultimo che approderebbe in maglia frentana in prestito. Difficile arrivare a Padovan del Pescara, che la Juventus vorrebbe dirottare in Prima Divisione dietro garanzia di un sicuro minutaggio.
Mentre nella stanza dei bottoni il pensiero fisso è ovviamente tutto sul mercato, la squadra rossonera continua a sudare nel ritiro di Corato in Puglia. Nei prossimi giorni la Virtus affronterà in amichevole domani l'Andria alle ore 15,00 allo stadio degli Ulivi e venerdì il Manfredonia nell'impianto Miramare, con calcio d'inizio fissato per le ore 20,30.
«Le voci di mercato fanno sempre piacere perché significa che si sta facendo bene» – ha fatto sapere dal ritiro Antonio Piccolo, in comproprietà tra Livorno e Lanciano – «ho sentito che la Virtus vuole riscattare l'altra mia metà e questo non può che farmi piacere. A Lanciano sto bene e vorrei restare qui».
La squadra dopo un periodo di flessione nelle prestazioni e nei risultati, con soli due punti conquistati in 5 gare, a Cittadella ha trovato un riscatto importante per il morale e per la classifica: «la vittoria di Cittadella ci ha tirato su di morale dopo un periodo brutto. Sono stati 3 punti importanti anche per la classifica, che ci consentiranno di lavorare in vista della ripresa del campionato con maggiore serenità».
«Pensiamo già al Brescia» – chiude Piccolo, focalizzando la propria attenzione già alla ripresa del campionato, fissata per il 25 di gennaio – «una squadra molto forte partita con l'obiettivo di salire di categoria. Ci daranno del filo da torcere ma noi vogliamo riprendere il campionato come lo abbiamo finito, con una vittoria importante».
Andrea Sacchini