CALCIO

2°Div/B. Pari e patta 1-1 a Messina. Il Teramo torna dalla Sicilia con un buon punto

Succede tutto in dieci minuti. De Bode pareggia il vantaggio abruzzese di Caidi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1702





MESSINA. Può bastare così. Il Teramo torna dalla trasferta difficile in terra siciliana con un buon punto per la classifica e per il morale, che allunga a 2 la striscia di risultati utili consecutivi dopo due sconfitte di fila che avevano minato la buona classifica dei biancorossi. 1-1 il finale per effetto dei gol di Caidi e De Bode rispettivamente al 33esimo e 43esimo del primo tempo.
Pareggio tutto sommato giusto, con il Messina che ha fatto vedere le cose migliori al cospetto di un Teramo molto organizzato ed abile nel chiudere ogni varco nei secondi 45 di gioco. Nel complesso il punto va bene all'undici di Vivarini, che ora potrà preparare con grande serenità la supersfida di domenica prossima a Piano d'Accio contro la capolista Cosenza.
Partenza decisamente migliore dei padroni di casa. Al terzo Ferreira ci prova senza fortuna dalla lunga distanza senza sorprendere l'attento Serraiocco. Al decimo il protagonista è sempre l'attaccante portoghese, che da posizione privilegiata non inquadra di poco lo specchio della porta.
Ancora Messina al 27esimo ancora con Ferreira, che dopo uno scambio nello stretto con Guadalupi prova ancora da fuori: palla sul fondo di pochissimo.
Al 32esimo un po' a sorpresa ecco il vantaggio del Teramo. Calcio d'angolo del solito Dimas e palla per Caidi che di testa è il più lesto di tutti ad insaccare.
Reazione del Messina al 37esimo con Guadalupi che dai 25 metri spara alto.
Al 40esimo la buona chance è per il Teramo. Bernardo lanciato in profondità calcia in porta: decisivo Lagomarsini.
Al minuto 43 il pareggio dei siciliani. Corner ed incornata vincente questa volta di De Bode.
Nella ripresa almeno in avvio il Messina controlla la gara ma di vere e proprie occasioni da rete neanche l'ombra. Al 20esimo Teramo velenoso con Di Paolantonio, che dal limite non inquadra il sette.
Al 26esimo grande respinta di Serraiocco su tiro di prima intenzione di Gherardi su splendida intuizione di Guadalupi. Risposta degli abruzzesi al 32esimo con Ferrani, che di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato manda la sfera fuori non di molto.
Al minuto 39 nuovo intervento decisivo di Serraiocco che nega la gioia del gol a Maiorano.
Nel finale il Teramo controlla ed il Messina non riesce più a costruire azioni degne di nota.
Con questo punto il diavolo è salito a quota 30 punti, sempre al secondo posto in graduatoria. Domenica prossima a Teramo arriva il Cosenza. Il palio la testa della classifica.

TABELLINO
MESSINA (3-5-1-1): Lagomarsini; Guerriera, Iignoffo, Bucolo; Ferreira (38'st Gherardi), De Bode, Silvestri, Maiorano, Quintoni; Guadalupi (35'st Lasagna); Chiaria (9'st Corona). A disposizione: Iuliano, Caldore, Simonetti, Siciliano. Allenatore: Grassadonia.
TERAMO (4-2-3-1): Serraiocco; Ferrani, Caidi, Speranza, Scipioni; Cenciarelli, Lulli; Sassano (11'st Petrella), Dimas (39'st Casolla), Di Paolantonio; Bernardo (13'st Gaeta). A disposizione: Narduzzo, Gregorio, Pacini, Arcuri. Allenatore: Vivarini.
ARBITRO: Morreale della sezione di Roma 1. Presenti sugli spalti circa 1.500 spettatori.
Andrea Sacchini