CALCIO

Serie B. Virtus Lanciano-Pescara: ci siamo. La vigilia di Marino e Baroni: «vietato sbagliare»

Stadio Biondi tutto esaurito per la sfida stellare. Assenze da entrambe le parti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6008




ABRUZZO. Meno uno all'appuntamento più atteso dell'anno al Biondi, che convoglierà per almeno 2 ore tutta l'attenzione dell'Abruzzo calcistico. È Virtus Lanciano-Pescara per la prima volta in Serie B, a contendersi la supremazia del pallone regionale almeno fino al prossimo derby.
Entrambe le squadre arrivano all'appuntamento cariche dal punto di vista del morale (frentani imbattuti in casa e biancazzurri reduci da una serie favolosa di 7 risultati utili consecutivi, ndr) ma falcidiate da pesanti assenze per infortuni e squalifiche. Nel Lanciano out Mammarella e Thiam, probabilmente i 2 giocatori cardine della manovra offensiva di Baroni. Non va meglio al Pescara, che nonostante una rosa qualitativamente superiore dovrà fare a meno quasi dell'intero reparto di centrocampo, con Viviani, Rizzo e Nielsen ancora ai box per acciacchi vari. Tra le fila rossonere fiducia a Germano vice-Mammarella ed al recuperato Piccolo nel ruolo di esterno d'attacco mentre nel Pescara mister Marino opterà per la stessa formazione che ha espugnato con forza e determinazione Siena: 3-4-3 con Zuparic-Brugman coppia di mediani nel mezzo. In attacco scontata la conferma del tridente Politano-Maniero-Ragusa.
La vigilia dei due tecnici è stata sostanzialmente tranquilla, con dichiarazioni misurate tutte volte a non caricare di ulteriori significati un match di per se importantissimo per la classifica e molto sentito dai tifosi.
«Il Lanciano sta bene dal punto di vista fisico» – ha raccontato alla vigilia il tecnico del Pescara, Pasquale Marino – «sono bravi a ripartire e molto abili nei calci piazzati. Nel momento in cui faremo la partita bisognerà stare attenti nelle ripartenze, coprendo al massimo gli spazi una volta perso il pallone. È una squadra che sta meritando la classifica che occupa. Pescara e Lanciano sono 2 squadre molto capaci nelle ripartenze anche se noi difendiamo un po' più alti e loro più bassi».
Il pericolo è rappresentato più dal Lanciano o dalla gara in se? «nel derby la tensione giocherà un ruolo molto importante. A volte si vuole strafare e si è frenati dal fatto che si vuole fare bene ad ogni costo. La serenità sarà un fattore decisivo. È chiaro che il derby è una partita a parte, ma non firmerei per il pareggio, come penso sia d'accordo anche Baroni».
«Noi meritiamo la classifica che stiamo occupando» – prosegue Marino – «a dobbiamo pensare partita dopo partita e non guardare troppo lontano. Nell'ultimo periodo la squadra è maturata tanto ed ha capito che bisogna attaccare e difendere tutti. È importante che i reparti siano corti e stretti.
Sulla formazione: «le scelte sono obbligate per quanto riguarda il centrocampo. Zuparic giocherà mediano perché è l'unica scelta che ho in quanto in mezzo al campo anche a Lanciano ci sarà emergenza. Zuparic ad ogni modo si sta adattando bene».
Indisponibile Cosic. Pienamente recuperati Sforzini e Balzano dai rispettivi piccoli acciacchi.

BARONI: «LANCIANO TIENE A QUESTA PARTITA. NON CI FAREMO TROVARE IMPREPARATI»
«Stiamo molto bene e per noi è un onore disputare un derby di tale portata col Pescara» – ha invece raccontato alla vigilia il tecnico della Virtus Lanciano, Marco Baroni – «non dobbiamo mai dimenticare quali sono i nostri obbiettivi finali. Il Pescara è molto forte ed è considerata insieme al Palermo la squadra da battere. Ha un organico importante e dopo qualche difficoltà ha trovato la propria dimensione».
Sulla partita e l'importanza della posta in palio: «la gara è molto attesa ma abbiamo preparato la partita come prepariamo tutte le altre. Con attenzione e grande cultura del lavoro. C'è il giusto entusiasmo e serenità e sarebbe un errore pensare continuamente al Pescara. Ai biancazzurri vorremmo pensarci soltanto al momento del fischio d'inizio, per non aumentare una pressione già di per se alta per entrambe le squadre. Sarà comunque una gara molto bella e combattuta».
Stadio Biondi ovviamente tutto esaurito da una parte e dall'altra, a certificare un appuntamento attesissimo da entrambe le tifoserie. Virtus Lanciano-Pescara verrà diretta da Angelo Cervellera della sezione di Taranto. Guardalinee Fiorito e Peretti. Calcio d'inizio domani alle ore 12,30 allo stadio Biondi di Lanciano.
Andrea Sacchini