SERIE B

Virtus Lanciano. Derby alle porte. Casarini: «non temo il Pescara ma la gara in se»

Il centrocampista dei frentani è convinto: «vincerà chi è più determinato»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2653






LANCIANO. Giocarsi le proprie opponendo grinta ed agonismo al maggior tasso tecnico dell'avversario. È questo l'obbiettivo primario della Virtus Lanciano per il derby col Pescara di domenica. I biancazzurri, nonostante la classifica sfavorevole, partono leggermente favoriti ma nel calcio non sempre sono i più forti ad avere la meglio. Sarà fondamentale inaridire le fonti di gioco di un Pescara in forma che viene da ben 7 risultati utili consecutivi, che fonda la propria pericolosità offensiva tutta su Brugman regista e sul tridente veloce formato da Ragusa e Politano ai lati di Maniero.
«Sappiamo che questa partita vale tanto per i tifosi» – ha raccontato Federico Casarini, uno degli elementi cardine della Virtus Lanciano dei miracoli – «la affronteremo con una attenzione maggiore. È un derby sentito e vogliamo fare un regalo importante ai nostri tifosi. Non cambierà però il nostro approccio alla gara. Bisognerà essere più concentrati e propositivi perché vogliamo portare a casa il risultato».
C'è più preoccupazione per il Pescara o per il fatto che sia un derby molto sentito? «Sono partite imprevedibili dove può succedere di tutto. Probabilmente vincerà chi è più convinto e determinato. Non temo tanto il Pescara ma la partita in se per se. Hanno buoni giocatori ma anche noi abbiamo individualità importanti per la categoria».
Nonostante alcuni risultati negativi in trasferta, il Lanciano è sempre in alto in classifica: «se qualcuno si aspettava un Lanciano primo in classifica senza flessioni o sconfitte ha sbagliato tutto. Abbiamo fatto una lunga striscia di risultato positivi ma sapevamo che prima o poi avremmo avuto un calo. È impossibile essere sempre al 100%. Col Palermo il pareggio ci stava perché a queste grandi squadre pur non giocando bene può bastare un colpo di fortuna o una giocata di classe».
«Se vedo le altre squadre» – prosegue Casarini – «nessuna sta ammazzando il campionato. È una Serie B equilibrata come sempre. Per quanto ci riguarda dobbiamo cercare di essere più maturi in alcuni frangenti della gara. Se non si riesce a vincere, talvolta va bene anche il pareggio perché quello che conta di più è muovere la classifica».
La squadra intanto prosegue la preparazione in città proprio in vista del derby di domenica ad ora di pranzo. È rientrato in gruppo Piccolo, che a meno di sorprese dovrebbe rientrare nella lista dei convocati. Sempre out Thiam. Squalificato Mammarella, che verrà nuovamente rimpiazzato da Germano.
Andrea Sacchini